DichiarazioniFormula 1

Steiner: “La qualifica di Schumacher dimostra il suo potenziale”

Il team principal della Haas ritiene che le capacità di Mick si siano già manifestate ad un occhio esperto

Sabato ad Istanbul Park Mick Schumacher si è messo in luce in qualifica, regalando alla Haas il secondo passaggio in Q2 della stagione

Le qualifiche del Gran Premio di Turchia si sono svolte in condizioni di asfalto viscido. A brillare particolarmente è stato Mick Schumacher, che ha superato il primo taglio con un notevole quattordicesimo tempo, guadagnandosi poi la medesima posizione in griglia. Per chi ha seguito i progressi della Haas durante la stagione, è stata immediatamente chiara la portata di questa piccola impresa. Non potevano dunque mancare gli elogi di Günther Steiner, secondo cui la qualifica di Schumacher dimostra che il potenziale del tedesco è importante.

LA PAROLA AL TEAM PRINCIPAL

Interpellato in merito all’exploit di Mick, Steiner afferma: “In gara purtroppo le cose non sono girate a nostro favore, siamo stati sfortunati. Nonostante questo, per tutto il weekend Mick si è adattato rapidamente alle difficili condizioni, ed è sempre riuscito a spingere la macchina al limite. Questo mi fa pensare che il suo potenziale dietro al volante sia grande“. Il manager ha poi ampliato la prospettiva di analisi: “A dirla tutta, non si tratta solo di quest’ultimo weekend. Se guardiamo all’intero campionato, Schumacher è stato sempre efficace. Sono soddisfatto delle sue prestazioni e credo che il meglio debba ancora arrivare“.

La qualifica del giovane pilota tedesco ha sorpreso tutti, in primis il suo team: Steiner non ha problemi ad ammetterlo. Precisa tuttavia che non si è trattato di un colpo di fortuna, e analizza la maggior competitività della VF-21 sul tracciato turco. “In Formula 1 c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Ad Istanbul siamo andati meglio che su qualunque altro circuito, e proveremo a capirne il motivo. Tuttavia, non ci soffermeremo troppo a lungo sulla questione: l’analisi è complicata e richiede tempo, e mancano sei gare da disputare. Se troveremo una spiegazione, bene: altrimenti, ce ne faremo una ragione per concentrarci sul finale di campionato“.

 

Alessandro Bargiacchi

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.