Formula 1Gran Premio Giappone

Posposte le vendite dei biglietti per il GP di Giappone

La data di apertura dei botteghini per la gara di Suzuka, prevista per inizio ottobre, è stata posticipata, decisione che mette in dubbio la permanenza del GP nel calendario

Suzuka decide di non aprire ancora le vendite dei biglietti per il Gran Premio giapponese, preferendo prima monitorare la situazione epidemiologica 

Il Gran Premio del Giappone non si disputa dal 2019. La scorsa stagione, infatti, il tracciato nipponico non aveva potuto ospitare la Formula 1 a causa degli alti contagi dovuti all’epidemia da Covid-19. Quest’anno, gli organizzatori hanno fissato la gara giapponese per il weekend dall’8 al 10 ottobre. Ma la decisione, arrivata stamattina, di non aprire ancora le vendite dei biglietti ha gettato un’ombra di dubbio sull’effettiva partecipazione del Giappone al calendario 2021.

Il paese sta affrontando, al momento, il terzo picco di contagi. Con un numero che in questi giorni si è avvicinato al massimo mai registrato in tutto il Giappone: 8.000 al giorno, record raggiunto il 29 aprile. Nonostante il paese in questo momento stia ospitando i Giochi olimpici, in queste settimane sono stati già annullati molti eventi sportivi. Tra questi, il torneo ATP e l’evento Fuji del Campionato Mondiale Endurance. E a questi si aggiunge anche la MotoGP, programmata a Motegi nello stesso periodo della gara di Formula 1. Per questo motivo, si teme che la gara nipponica si aggiungerà alla lista dei GP già eliminati dal calendario 2021.

Gli organizzatori del Gran Premio terranno d’occhio in questi giorni l’andamento epidemiologico del paese. Valuteranno soprattutto se i contagi saliranno a seguito delle Olimpiadi. Una risposta giungerà con certezza prima del 10 agosto, data in cui le scuderie dovranno già inviare il loro materiale nel caso in cui il GP verrà disputato. “Rimanderemo il programma delle prevendite e delle vendite generali, previsto per la fine di luglio, fino a quando non saremo in grado di fornire informazioni più affidabili in base all’attuale situazione sociale. Grazie per la vostra comprensione.” è stato condiviso sul sito del circuito.
 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.