Test Formula 1

Formula 1 | Pirelli vuole i test invernali 2017 in Medio Oriente

Pirelli ha espresso la volontà di organizzare i test invernali del 2017 in un circuito nel Medio Oriente, al fine di evitare limiti nelle performance a causa delle basse temperature. I test pre-stagionali degli anni scorsi si sono snodati tra Jerez e Barcellona, a eccezione del 2014 in cui il secondo stint è avvenuto in Bahrain.

Alla luce del cambio di regole che avrà luogo l’anno prossimo, tale decisione è stata ponderata per garantire da subito performance e temperature simili a quelle dei primi gran premi. Il direttore motorsport della Pirelli, Paul Hembery, ha infatti confermato queste intenzioni. “Preferiremmo andare in Bahrain o ad Abu Dhabi. –ha dichiarato– Le temperature saranno indicative e conosciamo molto bene quelle piste. Decisamente meglio andare in circuiti indicativi”.

Con un cambio consistente di regole all’orizzonte, è possibile che le simulazioni e le previsioni compiute dalla Pirelli non si rivelino fedeli. Pneumatici di dimensioni diverse, strutture e proporzioni delle vetture totalmente rivoluzionate, velocità maggiori, aumenti di performance sono solo alcuni dei campi in cui il nuovo regolamento ha agito. Pertanto, per essere test funzionali,  sarà fondamentale avvicinarsi quanto più possibile alle condizioni che troveremo in Australia, Cina e Medio Oriente stesso.

“Se avremo qualche sorpresa –ha continuato Hembery– se le vetture saranno diverse da come abbiamo immaginato, dovremo reagire. Probabilmente non per il primo gran premio, ma con un produttivo testing invernale avremmo in anticipo un quadro piuttosto preciso di come andrà e quali cambiamenti attuare”. 

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button