DichiarazioniFormula 1

Perez non ha dubbi: Verstappen è imbattibile

Il pilota della Red Bull Sergio Perez non ha dubbi per quanto riguarda il talento e la bravura del suo compagno di squadra che giudica imbattibile

In occasione del GP del Messico Max Verstappen è diventato il primo pilota nella storia della F1 a vincere 14 Gran Premi in una stagione, questo dopo aver vinto il secondo titolo iridato, e il compagno di squadra Sergio Perez non ha dubbi parlando di lui giudicandolo imbattibile

Sergio Perez che condivide il box di casa Red Bull con Max Verstappen senza mezzi termini lo giudica imbattibile, sostenendo che ad oggi non c’è un pilota che salendo sulla medesima macchina possa battere l’ormai due volte campione del mondo di Formula 1. Questo pensiero nonostante Checo con i suoi 136 punti ricopre la seconda posizione nel Campionato Piloti.

NON CE N’È PER NESSUNO

Al GP del Messico il ventesimo della stagione 2022, la Red Bull ne ha vinti sedici con il messicano che ne ha vinte solamente due con il resto del bottino conquistato da Max. Questo dimostra come l’olandese sia stato dominante sia all’interno della squadra stessa e sia della massima serie automobilistica, e Checo non ha dubbi quando spiega che attualmente non ci sia un pilota che sarebbe in grado di batterlo immediatamente se dovesse correre ad armi pari:

“Beh, è una grande sfida essere il suo compagno di squadra. Max sta operando ad un livello molto alto dalle libere 1 per tutto il weekend, quindi ho solo imparato un po’ e ho cercato di batterlo e di fare cose che sta facendo. Quindi ovviamente non è un compito facile. Non credo ci sia nessuno che possa venire e batterlo subito. È molto solito con la squadra. È qui da un po’, però penso di essere sempre più vicino, quindi avrò un’altra possibilità per il prossimo anno e vedrò cosa succederà”.

SIAMO MIGLIORATI INSIEME

Il messicano ha anche spiegato dove pensa che lui e la squadra siano migliorati insieme nel corso della stagione 2022, essendo stato più vicino a Max rispetto alla passata stagione, e pensa di andare nella giusta direzione cercando di eguagliare il compagno: “Beh, penso che la lezione di quest’anno sia che, è stato un grande anno come squadra. Ho bisogno di aumentare un po’ il mio ritmo in gara, principalmente, mentre lo scorso anno [il mio punto debole] sono state le qualifiche, credo. Con queste macchine, puoi correre molto più vicino, quindi penso che dobbiamo aumentare quel ritmo di gara. L’intesa con la squadra, con la macchina, credo sia andata meglio nelle ultime gare. Quindi, credo che stiamo andando sulla strada giusta”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Un commento

  1. [email protected] comunque siamo sempre alle solite chi vince a sempre ragione anche se sfiorano il baget vabene lostesso io con la f1 e quella che vera è inguardabile ho che si inventano che le gomme durino poco ho è una cosa da dormentarsi non c’è più niente tutti gli sport sono uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button