DichiarazioniFormula 1

Perez: “Ho dovuto cambiare stile di guida in Red Bull”

Il numero 11 della scuderia di Milton Keynes rivela pubblicamente le sue iniziali difficoltà nell’adattarsi al nuovo team

Non è stato subito facile riuscire a entrare nel ruolo di seconda guida di Verstappen. Ma il pilota messicano è convinto di essere sulla buona strada

Sergio Perez continua ad avere una stagione altalenante in Red Bull Racing. Al riguardo di ciò, Perez ha dichiarato di aver dovuto cambiare completamente il suo stile di guida per questa sua nuova avventura con il team austriaco. Difatti il suo precedente assetto di guida non si adattava perfettamente alla RB16B, e dunque per riuscire ad ottenere il meglio dalla macchina ha dovuto imitare lo stile di guida del suo compagno di squadra, Max Verstappen. Questo per evitare di dover effettuare troppi cambiamenti alla macchina.

Ma con quasi dieci gare già disputate, ormai Perez ammette di essere riuscito ad acquisire più confidenza con la vettura. E di essere arrivato in questo modo ad uno stile di guida che possa combinare il suo e quello di Verstappen, senza quindi essere costretto a doverlo cambiare completamente. “Sto iniziando a trovare la mia strada, la mia direzione. E sì, anche quando non hai entrambe le auto con le stesse specifiche aerodinamiche, è più difficile confrontare l’assetto. Quindi è importante che seguiamo la nostra strada in ogni caso.” ha infatti dichiarato

PEREZ: “I TRE WEEKEND CONSECUTIVI SONO STATI UTILI PER CAMBIARE ASSETTO”

In particolare, la seconda guida della Red Bull sente di essere riuscito a trovare una buona strada soprattutto grazie alle scorse tre gare consecutive, due delle quali disputatesi sul Red Bull Ring. Ammette infatti che quest’ultima è stata un’ottima occasione per conoscere meglio la macchina e trovare il suo stile personale. Adottare la guida di Verstappen, infatti, non si sta rivelando più tanto utile. Soprattutto dal momento che la monoposto dell’attuale leader del mondiale ha ricevuto aggiornamenti che Perez ancora deve ottenere.

In questa situazione è stato quindi necessario per Perez cambiare nuovamente assetto guida e sperimentarne uno personale. Ha anche rivelato di aver provato, durante uno dei due weekend austriaci, uno stile totalmente differente da quello del compagno di squadra olandese. Ma adesso sente di aver raggiunto il giusto equilibrio. Dopo un fine settimana un po’ deludente a seguito del podio scivolatogli di mano a causa della spinta di Norris a inizio Gran Premio, Perez non vede l’ora di poter tornare in pista, adesso che sente completa fiducia nella sua macchina

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.