Curiosità dalla F1Formula 1

Nigel Mansell vende le sue monoposto di Formula 1

Il Campione del Mondo 1992 ha deciso di vendere la sua Ferrari 640 e la Williams FW14

Mansell ha deciso ha deciso di vendere due sue monoposto di Formula 1 per un valore di 8 milioni di sterline circa

Il Campione del Mondo 1992, Nigel Mansell ha messo all’asta due delle sue monoposto di Formula 1 più importanti. Stiamo parlando della Ferrari 640 e della Williams FW14, il cui valore si aggirerebbe intorno agli 8 milioni di sterline circa. Tra gli anni 80 e 90 Mansell ha scritto la storia della Massima Serie e le vetture in questione sono quelle con cui ha emozionato maggiormente il pubblico.

L’INNOVATIVA FERRARI 640

La Ferrari 640 ha rappresentato una vera e propria rivoluzione in Formula 1. Infatti, è stata la prima monoposto a introdurre il cambio sequenziale al volante, destando l’attenzione di tutti i team rivali che si sono subito messi al lavoro per copiare la soluzione. La novità era stata portata avanti dell’ingegnere John Barnard. Si mostrò geniale, disegnando una monoposto innovativa dal punto di vista tecnologico, ma pur sempre fragile. Infatti, la stagione 1989 non fu tra le più semplici per la rossa. Il mondiale di Mansell e Berger terminò in terza posizione perchè fu caratterizzato da numerosi ritiri. Infatti, dopo la prima vittoria al debutto, la Ferrari 640 ha regalato solo altre due vittorie: una in Ungheria a Mansell e l’ultima in Portogallo a Berger.

L’innovazione in casa Ferrari si fece strada a fatica, ma cambiò completamente la storia della Formula 1. Un plauso va fatto anche a Mauro Forghieri, ingegnere che a soli 26 anni guidò il reparto tecnico del team. All’inizio degli anni 70, con l’introduzione dei motori turbo, le migliori menti del Circus dovettero fare i conti con l’inevitabile ritardo. Forghieri era convinto che la trasmissione semi-automatica potesse risolvere il probelma e ne montò un prototipo sulla Ferrari 312 T del 1979. Magicamente il tutto funzionava con un sistema idraulico ad alta pressione, che permetteva di cambiare le marce dai testi sul volante.

WILLIAMS FW14: IL RITORNO A CASA

La Williams FW14 è stata invece la vettura del ritorno a casa per Mansell. Infatti, nel 1991, il pilota britannico tornò a guidare per il team di Grove. Grazie alla FW14, il leone della Formula 1 riuscì a conquistare tre vittorie di fila al Paul Ricard, a Silverstone e Hockenheim, per poi salire di nuovo sul gradino più alto del podio a Monza e a Barcellona. Quell’anno, Mansell terminò il mondiale in seconda posizione, alla spalle della McLaren di Ayrton Senna che diventò Campione dle Mondo per la terza volta in carriera.

La Williams FW14 acquista valore anche per la straordinaria vittoria a Silverstone, dove l’inglese ha costruito un gap di 42 secondi dalla McLaren dell’ex compagno di squadra Berger. Inoltre, quel GP è passato alla storia perchè Masell ha dato un passaggio a Senna, che arrivato al traguardo era rimasto senza benzina. Nel giro di rietro ai box face salire il pilota brasiliano e lo riaccompagnò dal suo team.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.