DichiarazioniFormula 1

Montoya: “Red Bull? Vittorie regalate da Ferrari”

Montoya commenta questa prima parte della stagione, concentrandosi sulla sfida tra le due protagoniste, con qualche critica nei confronti degli uomini di Maranello

Red Bull e Ferrari, si sono contese e hanno ottenuto le vittorie in questo inizio di stagione: gli austriaci 7 contro le 2 della Rossa

Red Bull e Ferrari, sono le protagoniste di questo mondiale di Formula 1. In questi primi nove gran premi disputati, entrambe si sono ripartite le vittorie, anche se al momento è il team austriaco ad avere la meglio, avendo ottenuto 7 trionfi. Ma, da non sottovalutare la Ferrari, che ha dimostrato di avere una monoposto competitiva e molto veloce, malgrado il momento no, di questi ultimi gran premi.

Fin dall’inizio dell’anno, Ferrari ha portato in pista una vettura molto competitiva, ma l’affidabilità si è dimostrata un suo tallone d’Achille, privandole di almeno due vittorie. Juan Pablo Montoya, crede che quanto fatto dagli uomini di Maranello, non è quello giusto, e punta il dito contro di loro, per aver regalato più di una vittoria ai suoi rivali.

“Come team, non stanno facendo bene quanto dovrebbero,” ha affermato il colombiano a VegasInsider.

“Si può dire che la metà delle vittorie di Red Bull, siano state regalate da Ferrari, e non vinte da Red Bull. Red Bull ha vinto alcune gare per prestazioni, ma guardando bene dici: Come? Per davvero?,” ha aggiunto.

L’ex pilota: “A Maranello hanno paura…”

Montoya assicura che a Maranello, hanno molta paura di fallire e perdere la vittoria, e ciò aumenta la pressione nel team: “Ferrari ha una vettura veloce e hanno paura di mandare tutto all’aria. Tutti in Ferrari, sono in acqua calda e nessuno vuole sbagliare ed essere colpevole. Ma poi, tutti iniziano a essere sotto pressione”.

“Quando inizi a mandare tutto all’aria, a commettere errori, arriva la pressione per tutti, meccanici inclusi. Si stanno sforzando tanto, per essere più veloci. È come se stessero togliendo completamente il dado, e quindi è come per dire ‘ci risiamo’”, ha così sottolineato in conclusione dell’intervista.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.