DichiarazioniFormula 1Formula 2

Mick Schumacher: “Voglio diventare il pilota perfetto”

Il giovane talento della Ferrari Driver Academy vuole approdare in Formula 1 e diventare il pilota più completo di sempre

Mentre attende la probabile promozione in Formula 1 Mick Schumacher afferma di voler diventare il pilota perfetto

Se il corso degli eventi dovesse seguire il trend mantenuto finora, la stagione 2020 potrebbe essere la migliore della giovane carriera di Mick Schumacher. Il talento tedesco è attualmente al comando della classifica piloti di Formula 2 con 22 punti di vantaggio sul più vicino inseguitore Callum Ilott. Dopo un 2019 molto cauto Mick è finalmente riuscito a far emergere il proprio talento, ma il giovane Schumacher sa che la strada è lunga per diventare il pilota perfetto. “Tutto segue una curva d’apprendimento” – dichiara in un’intervista sul sito della Formula 1.

“Se si vuole scendere più nel dettaglio c’è bisogno di più tempo. A lungo termine ripaga di più del cercare di imparare tutto velocemente. Sul lungo periodo la mia intenzione è quella di essere più completo e di diventare il pilota perfetto – è la dichiarazione di intenti di Mick, che prosegue – “Per questo lo scorso anno è stato molto importante. Ho cercato di comprendere ogni particolare senza curarmi del risultato. Non mi piace parlare di fortuna, ma sotto certi punti di vista si può dire che la scorsa stagione si stata abbastanza sfortunata”.

“Abbiamo avuto molti problemi di affidabilità e qualche contatto di troppo, ma nonstante tutto abbiamo sempre mantenuto un buon ritmo ed è quello che contava per noi. Il mio obbiettivo adesso è quello di arrivare in Formula 1 il più preparato possibile, e per fare questo ho dovuto anche affrontare momenti difficili. Si impara anche da questi. Come tutti i piloti di Formula 2 voglio arrivare in Formula 1, ma chi verrà scelto tra noi è una decisione che spetta solo ai capi. Non ci arrivano molte informazioni e tra noi ne parliamo poco”.

Le voci di una promozione nella Massima Serie di Mick Schumacher si fanno sempre più insistenti, ma il ventunenne di Vufflens-le-Château ha ben chiare le proprie priorità: “Per me adesso è molto importante parlare ancora di Formula 2. Voglio rimanere concentrato al 100% per portare a termine il mio compito qui. Nel caso di successo l’attenzione sarebbe tutta su di me e verrei notato dai piani alti”.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.