Formula 1

Mercedes: un piccolo gruppo di persone ha creato il DAS

Secondo quanto riportato dalla stampa italiana, il sistema sarebbe stato affidato a una ridotta cerchia di persone, formata da sei-sette elementi

Mercedes stupisce il mondo del motorsport con l’introduzione del DAS

Il Dual Axis Steering, più conosciuto con l’acronimo DAS, è il sistema rivoluzionario che ha introdotto Mercedes durante gli ultimi test. Il sistema ha lasciato team e progettisti spiazzati, in quanto sicuri che un congegno simile non potesse essere dichiarato legale. Il team di Stoccarda è invece riuscito a studiare un meccanismo che rientra appieno nel regolamento, come confermato recentemente dalla stessa Federazione.

Il sistema consiste nel movimento avanti e indietro del volante che permette alle due ruote anteriori di cambiare convergenza in base alle esigenze richieste dalla conformazione del tracciato. Al momento i due piloti delle Frecce d’Argento si sono limitati a utilizzarlo in accelerazione prima di un tratto rettilineo, andando a chiudere la convergenza e prima di un ingresso in curva, facendo l’esatto opposto.

Non è ancora chiaro quello che Mercedes sta cercando, ma è evidente come il meccanismo possa portare molteplici vantaggi alla vettura. Da una migliore gestione degli pneumatici a un miglior angolo di sterzata, il DAS potrebbe paradossalmente essere utilizzato in ogni parte del circuito. Essendo ancora un dispositivo “primitivo” la sua lentezza non permette ancora di cambiare settaggi in molte parti della pista.

 

Dichiarato illegale per la stagione 2021, è difficile pensare che qualche team possa iniziare a svilupparlo. Mercedes ha impegnato quasi un anno a portare in pista tale soluzione e tutte le squadre inseguitrici, con molte probabilità, non avrebbero il tempo necessario per affinarlo entro il termine della stagione. Altra punto a sfavore riguarda un eventuale bocciatura, nel caso non sia uguale a quello Mercedes, ma nel caso lega anche solo in parte il regolamento.

SOLO UN’ELITE DI PERSONE SI E’ OCCUPATA DI CREARE L’INGEGNOSO SISTEMA

Nonostante la sua complessità, secondo La Gazzetta dello Sport, il sistema sarebbe stato affidato a sole sei-sette persone. Il team Mercedes era impegnato a trovare una soluzione nel ridurre la resistenza all’avanzamento senza abbassare il carico aerodinamico generato dalla vettura. Ora non resta vedere se Mercedes riuscirà a ottenere reali benefici dal suo utilizzo.

Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button