DichiarazioniFormula 1

McLaren: svelato l’obiettivo per il 2020

La scuderia di Woking mira al quarto posto in classifica costruttori, ma prevede una dura battaglia con Red Bull e Ferrari

Seidl è convinto che, nel 2020, per McLaren non ci saranno possibilità di ottenere il terzo gradino del podio mondiale. In attesa del cambio regolamenti nel 2021, proseguiranno gli sviluppi della vettura

La passata stagione ha visto numerosi cambiamenti all’interno del team McLaren: il tedesco Andreas Seidl ha ottenuto l’incarico di Team Principal e i giovani Carlos Sainz e Lando Norris sono saliti sulla monoposto dalla livrea arancione per rimpiazzare Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne.
La scuderia di Woking ha chiuso il 2019 con un meritato e sofferto quarto piazzamento nella classifica iridata costruttori, dimostrando di aver recuperato terreno prezioso sugli avversari dopo un duro periodo di crisi tecnica.
Con il 2020 alle porte, Seidl ha parlato di quelle che sono le aspettative dei suoi uomini; nonostante la grande positività, il Team Principal vuole essere realista e concreto: “Mi aspetto ancora una dura lotta per il quarto posto” – ha dichiarato ad Auto Motor und Sport – “Questo è il massimo attualmente possibile in Formula 1, dati i budget attuali“.

UN 2020 IMPORTANTE PER MCLAREN

Sarà una stagione determinante per McLaren, e non solo per la concreta chance di riconfermarsi quarta potenza della griglia mondiale. Il 2020 rappresenterà il primo campo di prova per introdurre piccole e grandi modifiche in vista del nuovo “anno 0” della Formula 1 nel 2021.
Come riporta gptoday.com, Andreas Seild è consapevole dei limiti della McLaren e dell’importanza di migliorare in quegli aspetti in cui il suo team non si è mostrato all’altezza dei rivali. Quest’anno, però, ha assicurato che sarà diverso, anche se la corsa al quarto posto non si prospetta certo cosa facile, vista la competitività di Ferrari e Red Bull negli ultimi mesi.

L’intero team McLaren punterà (quasi) tutto sulla nuova stagione, che è sempre più vicina: “Vediamo ancora diversi punti deboli nella squadra su cui dobbiamo lavorare. Abbiamo il compito di dimostrare che  ci stiamo evolvendo in quelle specifiche aree. Questo è esattamente il motivo per cui è importante avere una buona stagione  nel 2020″.
“Quasi” perché quest’anno servirà soprattutto per gettare le preziose basi su cui costruire un futuro solido nel 2021: “È chiaro per me che quest’anno si tratterà di un lavoro di bilanciamento in vista di quando ci occuperemo del tutto del 2021. Logicamente, ciò accadrà prima del solito“.

LIMITE DI BUDGET NEL 2021: UNA GRANDE OCCASIONE

A partire dal 2021, verranno apportate importanti modifiche normative per accorciare le distanze tra i diversi team. Una tra queste è l’introduzione di un limite massimo di spesa, con squadre di élite che investiranno denaro molto prima che le nuove regole vengano applicate. Quando lo saranno, McLaren potrà finalmente competere a livello finanziario.
Seild crede che questa nuova regola dia l’opportunità a McLaren di crescere e infastidire gli avversari: “Se guardiamo al budget limite imposto, i proprietari della squadra ci hanno chiarito che possiamo operare a quel livello. Questo è un ottimo segnale per il team, perché abbiamo quindi la possibilità di arrivare in cima ” – ha aggiunto.

Ma, se il 2020 è fondamentale, il 2021 è “una priorità”: “Ma ciò non accadrà nel 2021. Dopo l’inizio del nuovo regolamento, ci vorrà del tempo prima che il limite di budget abbia effetto. Quindi non mi aspetto di salire sul podio e di vincere fino al 2023. Anche se il 2021 rappresenta una priorità, non significa che la McLaren getterà la spugna per il 2020; non lo faremo sicuramente. Dobbiamo mantenere lo slancio positivo che abbiamo e fare un passo avanti” – ha poi concluso.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button