DichiarazioniFormula 1Test Bahrain

McLaren: pronta ai test con qualche sorpresa

Secondo Collins, la McLaren cela qualche sorpresa per i test imminenti

“Vedremo una McLaren diversa ai test”

La McLaren potrebbe non avere tutte le innovazioni introdotte sulla vettura al momento del lancio, ma Bernie Collins non è preoccupata poiché si aspetta una MCL38 “molto diversa” alla fine dei test pre-campionato.
La McLaren ha presentato la sua sfidante del 2024, la MCL38, una settimana fa, ma non è affatto il prodotto finito, ha detto il capo del team Andrea Stella.

Ci sono numerose innovazioni sulla vettura, ma non tutte le aree che vogliamo affrontare sono state completate per la nostra vettura con le specifiche di lancio“, ha rivelato. “Quelle aree ora diventano il fulcro del nostro sviluppo stagionale, che è già in corso. La McLaren è tra le “favorite” per la F1 2024″
Quel commento ha sollevato alcune sopracciglia poiché, l’anno scorso, la McLaren è arrivata al Gran Premio del Bahrain di apertura della stagione dopo aver mancato gli obiettivi pre-campionato.

Anche se durante la stagione hanno recuperato, probabilmente la squadra più migliorata, i fan si sono chiesti se la McLaren fosse ancora una volta in una situazione negativa.
Collins, ex stratega dell’Aston Martin, dice di no perché crede che la McLaren si sia semplicemente concessa più tempo nella galleria del vento prima di portare le parti in Bahrein per i tre giorni di test pre-campionato.

McLaren prima e dopo i test

“Dipende un po’ da quale sarà l’aggiornamento, non abbiamo davvero alcuna indicazione su cosa pensano che accadrà”, ha detto.
“Negli anni precedenti, quando avevamo i due test di tre giorni ciascuno, era molto, molto normale che la macchina che finiva il test fosse molto diversa da quella che lo iniziava . Le vetture che vedremo lanciate nei test sono diverse da quelle che abbiamo visto nei lanci della scorsa settimana”.

“Inizieranno a togliere i sensori di cui non hanno bisogno, la macchina diventa molto più leggera durante il test perché il primo giorno ci sono un sacco di cose lì dentro.
L’auto del terzo giorno sarà diversa. Quindi non è necessariamente un aspetto negativo ed è bene comprendere la vettura prima di aggiungervi questi aggiornamenti.
Devono essere i favoriti visto come hanno concluso l’anno scorso, quindi speriamo tutti che siano molto più vicini alla Red Bull”, ha aggiunto.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio