DichiarazioniFormula 1

McLaren: il nuovo muso mostrerà il potenziale della vettura

Il team di Woking ha ritenuto che il nuovo muso progettato possa sbloccare il potenziale della MCL35 e aiutarli a trovare più performance

La McLaren crede che il nuovo muso, debuttato nel weekend russo, possa aiutare a sbloccare il potenziale della vettura.

La McLaren ha fatto debuttare un nuovo muso in stile Mercedes durante il GP della Russia. Il nuovo aggiornamento sembra non aver dato i risultati sperati in termini di passo, ma la squadra è convinta siano sulla strada giusta. Infatti Andreas Seidl, team pricincipal, ha sostenuto che la nuova direzione aerodinamica intrapresa possa aiutare il team ad estrarre più velocità e prestazione dalla vettura.

Ai colleghi di Motorsport ha così spiegato: “Per via della data di omologazione di metà stagione volevamo acquisire esperienza il più velocemente possibile. Per questo motivo, appena abbiamo avuto a disposizione le componenti del nuovo pacchetto, abbiamo deciso di testarle passo dopo passo. L’obiettivo è chiaro: questa è la direzione dello sviluppo che abbiamo visto in galleria del vento con il nuovo muso. Pensiamo sia la giusta direzione da percorrere per il futuro”.

Infine ha aggiunto: Ci dà più potenziale. Ci permette di sbloccare e ottenere più performance dalla monoposto. Questa è la direzione verso cui andremo. Il piano è quello di portare gradualmente in pista più parti di questo pacchetto”.

“PORTEREMO AGGIORNAMENTI PER MANTENERE VIVA LA LOTTA”

Il campionato 2020 sta regalando a tutti gli appassionati una lotta molto serrata tra i team del midfield. Al momento, la McLaren si trova terza in classifica campionato con poche lunghezze di vantaggio sulla Racing Point e sulla Renault. Il team di Woking non può infatti restare tranquillo e dovrà lavorare sodo per mantenere quella posizione. Seidl continua a credere che, nonostante la classifica, la terza vettura più veloce in griglia sia quella del team di Stroll, che ha fatto tanto discutere nel paddock. Però, non si può nemmeno sottovalutare il team francese che dal GP del Belgio sta facendo dei progressi importanti.

Seidl ha infatti dichiarato: “In termini di puro potenziale della vettura, penso che la Racing Point sia simile a come si è mostrata ai test di Barcellona. E’ chiaramente l’auto più veloce in questa battaglia. Anche la Renault ha fatto un passo in avanti da Spa. Allo stesso tempo però siamo sempre stati vicino a loro per lottare sia in gara, sia in qualifica”.

La lotta ravvicinata a centrocampo non lascia tranquilla la McLaren che sa di dover spingere nella direzione corretta per lo sviluppo della vettura. Non è concesso poter perdere contro i principali rivali.
“Abbiamo riconosciuto di aver fatto un buon passo avanti e ora sta a noi assicurarci di progredire con la nostra monoposto e trovare il passo successivo in termini di ritmo. È importante analizzare quello che è successo in Russia. Analizzare anche nel dettaglio cosa ha comportato l’introduzione del nuovo muso sulla vettura di Lando. Poi sarà importante trarre le giuste conclusioni e apportare aggiornamenti per mantenere viva questa battaglia”, ha così concluso il team principal.

Seguiteci su Instagram!

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio