DichiarazioniFormula 1

Mazepin resta realistico sulle possibilità con Haas

Il pilota russo sa che raggiungere la zona punti non sarà facile e per il momento decide di rimanere con i piedi per terra fino alla prima gara

Mazepin è realistico sulle possibilità concrete che ha con il team Haas di raggiungere la zona punti

Nikita Mazepin resta realistico riguardo alle possibilità con Haas, ma è ancora tutto da vedere con la prima gara. Il pilota russo che è appena entrato a far parte della scuderia statunitense sa che raggiungere la zona punti non sarà facile. In particolar modo con una monoposto che sembra promettere bene, ma non benissimo. E, a maggior ragione, quando ha un nome da riscattare da azioni che molti vorrebbero veder punite.

Haas, come la maggior parte degli altri team, sta puntando tutto sui cambiamenti che riguardo i regolamenti per il 2022. Ciò comporta un minor sviluppo per la stagione del 2021 che potrebbe quasi essere vista come un periodo di passaggio e sperimentazione. Di questo il pilota russo ne è consapevole e ha difatti dichiarato: “Come pilota voglio cercare di vincere il maggior numero di gare possibili, ma sarebbe sciocco dire che questo è il nostro obiettivo al momento. Dobbiamo essere onesti e realistici.

I TEST IN BAHRAIN

Haas ha concluso i tre giorni di test in Bahrain con risultati piuttosto positivi. Unico intoppo un problema idraulico mentre Mick Schumacher era al volante della vettura durante la prima giornata dei test. Successivamente risolto e accompagnato dalle prestazioni del tedesco che è riuscito a stare al passo di piloti con molta più esperienza. Un fatto positivo per la scuderia, che sarà però da valutare in corrispondenza della prima gara. 

Dal canto suo, Mazepin è riuscito a fare un numero di giri – 213 quelli registrati – in grado di fornire alla scuderia i dati necessari per provare quanto meno a partire con il piede giusto. “Spero che avremo diverse opportunità di stare in zona punti, ma non saprò quale sarà il mio posto finché non avrò l’occasione di confrontarmi con gli altri piloti durante le qualifiche. Abbiamo fatto molti giri e ho molta più familiarità con la vettura adesso, anche se non sono ancora all’altezza di chi corre in Formula 1 da dieci anni”, ha detto il russo.

Federica Montalbano

Sono Federica, una ragazza palermitana con la passione per la scrittura e lo sport. Mi definisco una persona timida ma con tanta voglia di condividere le proprie idee, sempre alla ricerca di nuove avventure e nuove persone con cui lavorare in team. Qui, il mio amore per il Motorsport prende vita attraverso gli articoli, permettendomi di seguire insieme a voi tutto quello che succede nel mondo della Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.