DichiarazioniFormula 1

Marko rivela l’annuncio dei piloti Red Bull e AlphaTauri 2022

L’ex pilota austriaco svela quando i due team potrebbero annunciare le nuove squadre per i seguenti anni, ma senza fare nomi

Marko rivela che presto ci sarà l’annuncio dei quattro piloti per le prossime stagioni di Red Bull e AlphaTauri, ma senza fare nomi

Helmut Marko, ex pilota e consulente di Red Bull e AlphaTauri, rivela che presto vedremo l’annuncio dei futuri piloti Red Bull e AlphaTauri. Al momento solamente l’olandese Max Verstappen ha il posto assicurato con la scuderia austriaca, avendo firmato un contratto fino al 2023. L’austriaco sostiene che avverrà a Spa-Francorchamps o in seguito, a Zandvoort, dunque fra pochissimo tempo scopriremo il quartetto Red Bull.

Sergio Pérez, Pierre Gasly e Yuki Tsunoda dovranno aspettare per conoscere il loro destino nei futuri anni, essendo in scadenza di contratto. Tuttavia, Franz Tost, team principal AlphaTauri, ha dato un indizio negli ultimi tempi asserendo di voler mantenere il suo attuale arsenale di piloti e Helmut Marko ha replicato che vuole mantenere tutti e quattro.

In ogni caso, gli annunci sui quattro piloti arriveranno presto. La prima intenzione sarebbe di continuare con i quattro piloti che abbiamo. L’annuncio sarà probabilmente in Spa o a Zandvoort. Ciò che è certo è che faremo conoscere i nostri quattro piloti, sia per Alphatauri che per Red Bull a breve”, ha sottolineato Marko che aggiunge: “ci sono alcune opzioni e le stiamo valutando, ma non voglio fare nomi”.

LE DIFFERENZE TRA PEREZ E VERSTAPPEN

Helmut Marko si sbilancia e parla anche della differenza che c’è tra lo stile dei due piloti Red Bull. Nonostante un buon andamento in campionato, il messicano Perez si trova in ombra dell’astro Verstappen, che fino ad un Gran Premio fa guidava la classifica. Perez non è contento di questo. Anche noi speravamo che fosse più vicino dopo tante corse. Ha cercato di trovare la propria configurazione invece di utilizzare quella di Max, e forse questo è il meglio che un pilota può fare”. 

“Non si può essere troppo vicini alle impostazioni di Max. A Max non importa che la sua auto sovrasterzerà in curve veloci, ma tutti i nostri secondi piloti hanno avuto problemi con questo. Perez ha vissuto la stessa cosa. Ha provato la sua configurazione ma non ha funzionato, ed è un vero mal di testa”, ha detto Marko per concludere. 

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.