DichiarazioniFormula 1

Marko critica la gestione giovani piloti tenuta dalla Mercedes

Il consulente della Red Bull ha affermato che la scuderia tedesca non ha mai offerto reali possibilità ai talenti provenienti dall’Academy

Marko ribadisce che buona parte dei più forti piloti in griglia proviene dalle file dell’Academy Red Bull

La fine del rapporto tra Sebastian Vettel e la Ferrari ha causato un terremoto nel mercato piloti 2021, che ha visto il passaggio di Daniel Ricciardo alla McLaren e di Carlos Sainz alla squadra italiana. In attesa di scoprire il futuro del quattro volte iridato, a quanto pare fortemente corteggiato dalla Mercedes, Helmut Marko ha sottolineato ancora una volta quanto importante sia la Red Bull Drivers Academy.

Il consigliere della Red Bull ha criticato il comportamento di alcune scuderie, tra cui la Mercedes, che tanto parlano dei propri giovani piloti, ma che poi non hanno il coraggio di portarli in prima squadra. Marko, in particolare, si riferisce alle recenti affermazioni di Toto Wolff, che ha parlato del programma giovani talenti della squadra tedesca. Nonostante la qualità dell’Academy, essa non ha ancora portato a risultati tangibili.

RED BULL, UN ESEMPIO DA SEGUIRE

Il responsabile della Red Bull Drivers Academy punta il dito contro la cattiva gestione di Esteban Ocon, ora passato tra le fila della Renualt, e di George Russell, ancora relegato a lottare per le ultime posizioni con la WIlliams. L’austriaco ritiene che il suo programma sia un esempio di come gestire i piloti in Formula 1. “È divertente che Toto affermi di prendersi cura dei propri piloti, perché fino a ora non hanno mai avuto un giovane talento che si è fatto strada in prima squadra. Naturalmente c’è la possibilità che questo accada, ma per ora non è successo”.

Difatti, dal momento del ritorno nel Circus, la squadra di Brackley si è affidata a piloti di già grande esperienza come Michael Schumacher, Nico Rosberg o Lewis Hamilton, o a piloti navigati del calibro di Valtteri Bottas. Con la possibilità di cambiare line-up nel 2021, la Mercedes avrà il coraggio di offrire un sedile a George Russell o invece sceglierà un quattro volte iridato?

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button