DichiarazioniFormula 1

Marko: “A differenza della Ferrari, la Red Bull non ha problemi”

Dopo le delusioni delle ultime gare, la Ferrari ha ammesso di avere problemi di affidabilità, mentre la Red Bull continua la sua scalata

Il Gran Premio dell’Azerbaijan ha lasciato con l’amaro in bocca l’esercito di Tifosi che già sperava in un ritorno della Rossa in testa al Mondiale. Dall’altro lato invece la Red Bull ha rimontato dopo un inizio di stagione difficile. Le due scuderie rivali stanno gestendo il Campionato in maniera molto diversa

Dopo le grandi delusioni delle ultime due gare la Ferrari ha dovuto rassegnarsi ad ammettere di avere seri problemi di affidabilità. Se Charles Leclerc aveva iniziato la stagione più in forma che mai e sembrava deciso a conquistare il titolo, ora il rischio è che la vittoria sia definitivamente compromessa, a meno di non risolvere in fretta la questione.

Di tutt’altro umore è invece la Red Bull. Max Verstappen è di nuovo leader del Mondiale mentre il compagno di squadra Sergio Perez lo segue a ruota dopo aver superato il pilota monegasco.

Per Helmut Marko il motivo di questo ribaltamento è molto semplice: “A differenza della Ferrari, non abbiamo nulla di serio“, sono state le sue parole quando gli è stato chiesto del propulsore Honda.

In effetti, i problemi tecnici più recenti della Red Bull sono stati relativamente minori, a differenza del guasto al motore terminale che è costato a Charles Leclerc la vittoria a Baku, nonché importanti punti in classifica.

I problemi della Red Bull non sono paragonabili a quelli della Ferrari

La Red Bull ha avuto alcuni problemi di affidabilità all’inizio della stagione“, ha detto al quotidiano Kronen Zeitung la leggenda della F1 ed ex co-proprietario della Toro Rosso Gerhard Berger, “Ora tocca alla Ferrari“.

A Milton Keynes, però, si mantengono cauti: “Nelle ultime cinque gare ci sono stati forti sbalzi nella nostra direzione. Ma questo può cambiare di nuovo“, sono state le parole di Marko. “La Ferrari ha senza dubbio una macchina forte se riesce a risolvere i suoi problemi. Dobbiamo quindi cogliere ogni opportunità che ci offrono“.

Per Berger, invece, la bilancia pende più verso la scuderia austriaca e il motivo sono proprio i risultati delle ultime gare: “In qualifica si può vedere che la Ferrari ha un piccolo vantaggio in termini di prestazioni, ma dovranno abbassare un po’ le viti qua e là perché i guasti totali fanno più male“.

La Red Bull sembra una squadra affiatata che è abituata a lottare per un mondiale, mentre per la Ferrari è stato tanto tempo fa, quindi non sono così sicuri di sé. Entrambe le squadre sanno che devono sempre migliorare, ma vediamo che la Ferrari è già al limite” ha concluso l’ex pilota di Formula 1.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.