DichiarazioniFormula 1

Lewis Hamilton correrà nel 2022? Ecclestone ha le idee chiare sul suo futuro

Il pilota inglese dalla gara di Yas Marina è in silenzio stampa e le voci su un suo ritiro sono sempre più insistenti

Bernie Ecclestone ci ha preso gusto ed è tornato a parlare del futuro di Lewis Hamilton

Il Mondiale perso letteralmente all’ultimo giro del GP di Abu Dhabi deve aver lasciato una ferita profonda sul morale del pilota della Mercedes. Da quando è terminato il campionato, Lewis Hamilton non si è più fatto sentire, nemmeno attraverso i social network. Una situazione che non fa altro che alimentare le voci sul suo futuro, a riguardo di un possibile ritiro dal mondo della Formula 1 da parte del campionissimo britannico.

Proprio a questo proposito Bernie Ecclestone è tornato a parlare del futuro di Lewis Hamilton. L’ex patron del Circus ha affermato che a causa della delusione di Yas Marina, il pilota della Mercedes avrebbe preso la decisione di lasciare la Formula 1: “Credo che si ritiri, che non sarà ai nastri di partenza della prossima stagione – ha raccontato Mister E. in un’intervista al quotidiano Blick – La delusione di Abu Dhabi è stata troppo grande e per certi versi lo comprendo. Ha sette titoli mondiali proprio come Michael Schumacher e credo che sia il momento giusto per realizzare il suo sogno di diventare un imprenditore nel mondo della moda“.

DIREZIONE MASI ERRATA

Ecclestone ha lasciato intendere che a rivelargli l’indiscrezione sarebbe stato Anthony, il padre di Lewis Hamilton, col quale avrebbe avuto nei giorni scorsi un colloquio telefonico. Eppure anche l’ex patron del Circus è sicuro che la gestione degli ultimi giri del GP di Abu Dhabi non sia stata ben coordinata: “Michael Masi, il Direttore di gara, avrebbe dovuto risparmiarsi qualche grattacapo e avrebbe dovuto alzare bandiera rossa subito dopo l’incidente di Latifi. Avremmo avuto gli ultimi tre giri al cardiopalma. Le cose sono state fatte molto male ma non possiamo cambiarle ora“, ha proseguito.

È MANCATO L’AIUTO DI BOTTAS

Quello che maggiormente è mancato nel corso di tutta la stagione, ma in particolar modo proprio ad Abu Dhabi, è il sostegno del compagno di squadra Valtteri Bottas. Un handicap per l’inglese che invece, in un certo senso è stato penalizzato dal perfetto gioco di squadra tra Max Verstappen e il suo teammate, Sergio Perez.
Ma se Hamilton si ritirasse per davvero la Mercedes si troverebbe a fare i conti con una line up di piloti completamente nuova. E sui tavoli a Brackley ci sarebbe già una lunga lista di candidati da poter affiancare a Russell: “Lewis avrà solo che da perdere nel 2022. Non ha nulla da guadagnare. Poi bisogna vedere chi avrà la macchina migliore con i nuovi regolamenti. Avrà un compagno ambizioso come George Russell e non dimentichiamoci di Max Verstappen“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio