DichiarazioniFormula 1Gran Premio Giappone

Leclerc archivia Sochi: pronto a ripartire da Suzuka

Dissolti i dissapori creati in Russia, a seguito dell’ordine di scuderia non rispettato da Vettel ai danni del monegasco

Charles Leclerc, dopo un chiaro confronto con la Ferrari a seguito del GP di Russia, si dichiara pronto a partire da zero in vista del prossimo GP del Giappone.

Gli eventi di Sochi con il fallimento della MGU-K e la brusca interruzione di gara per Sebastian Vettel hanno costretto Leclerc ad accontentarsi del terzo gradino sul podio dietro le due Mercedes nonostante la pole conquistata il sabato. In vista del GP del Giappone , il quasi 22enne della Ferrari, afferma che non ci sono attriti persistenti in casa Maranello e che l’incidente con gli ordini di squadra non è un problema così grande come quello che i media hanno lasciato intendere. “Ovviamente ci sono stati dei malintesi tra le monoposto“, ha dichiarato Charles Leclerc ai giornalisti in conferenza stampa giovedì a Suzuka, precisando – “Ne abbiamo discusso e penso che ora sia tutto chiaro. Sembrava un grosso problema dall’esterno, ma sicuramente non è così.”

“MA SI…VA TUTTO BENE”

Sebastian Vettel si è diretto a Maranello lunedì, dopo la gara di Sochi, per confrontarsi in modo positivo e costruttivo con il Team Principal della scuderia, Mattia Binotto. Assente invece Leclerc che non è riuscito ad essere presente e si è quindi confrontato solo con l’ingenrere. “Sfortunatamente ho avuto delle cose da fare il giorno in cui Seb era a Maranello, quindi non abbiamo avuto la possibilità di incontrarci. Ma ho parlato con Mattia che ha avuto una riunione con Vettel il giorno prima. E’ come ho già detto, va tutto bene”, ha rivelato Leclerc.

IL BENE DELLA SQUADRA

Quando gli è stato chiesto cosa fosse più importante per lui in questa fase della stagione, se rimanere davanti al suo compagno di squadra o alla Red Bull, il monegasco non ha avuto dubbi: “Beh, la priorità è sempre fare il bene alla squadra. E’ così in ogni scuderia, Sebastian vuole battermi e io voglio battere lui. Ma la priorità rimane comunque il bene della squadra ed è così per tutti.” Charles Leclerc ha anche dichiarato che lui ed il team si assicureranno che non si verifichino più situazioni simili a quanto accaduto in Russia: “Penso sia chiaro dall’inizio della stagione che dobbiamo obbedire agli ordini di scuderia. E ciò che è emerso dall’ultimo GP è che la situazione era confusa per entrambi i piloti da inizio gara. Penso sia il punto centrale, ne abbiamo parlato e faremo in modo che questa situazione non si ripresenti più in futuro”, ha concluso Leclerc.

Eleonora Arcari

Designer di professione, mi occupo di moda e grafica. La Formula 1 è una passione ereditata in famiglia e come tale l'ho coltivata nel tempo. L'incontro con F1world è stato sorprendente e quest'anno inizia il mio percorso come redattrice. Un consiglio per chi legge?..."rendi possibile, l'impossibile!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio