Formula 1Tecnica F1Trending Stories

Le vetture del 2022 (parte III): la zona posteriore

All’anteriore e sul fondo vettura le modifiche più evidenti imposte dalle nuove regole. Ma anche l’alettone posteriore sarà completamente nuovo

Effetto suolo e alettone anteriore di nuova concezione. Ma anche al posteriore le vetture del 2022 presenteranno importanti novità

Ad una prima analisi delle vetture del 2022 spiccano le modifiche che abbiamo già trattato nelle prime due parti. Ovvero un alettone anteriore semplificato che non potrà più gestire le turbolenze come in passato e il ritorno dell’effetto suolo.

Sono passate un po’ in secondo piano le novità che riguardano la zona posteriore. Ma in realtà anche nella parte finale delle monoposto vedremo tanti accorgimenti inediti. Andiamo ad evidenziarli partendo dall’ala, che sarà nettamente diversa rispetto agli anni precedenti.

LA NUOVA ALA POSTERIORE: MINORE EFFICIENZA E MINORE GENERAZIONE DI TURBOLENZE

Lo scopo è sempre il solito. Per permettere alle vetture di seguirsi più da vicino occorre “pulire” il campo aerodinamico che investe la macchina che segue. In quest’ottica si leggono tutti gli interventi sulla zona anteriore. Ebbene anche al posteriore le modifiche imposte hanno lo stesso scopo.

Vetture 2022
© Formula1.com

In particolare l’ala è veramente inedita e segna un cambiamento di filosofia davvero epocale. In passato si era sempre intervenuti sulle dimensioni o sulla posizione, adesso invece si stravolge del tutto il principio di funzionamento. Le nuove ali saranno meno efficienti, cioè genereranno meno carico. Ma contribuiranno a formare una scia molto più “amichevole” per chi segue. Vediamo come.

PARATIE LATERALI SINUOSE E SENZA SPIGOLI E GENERATORI DI VORTICI. LA NUOVA ALA POSTERIORE PROMETTE DI LIMITARE I DANNI PER LE VETTURE CHE SEGUONO

Dalle prime foto del manichino costruito dalla Federazione la differenza con le vetture precedenti al 2022 è evidentissima. La nuova ala posteriore non ha paratie laterali verticali, che creano una forte discontinuità con i profili deportanti. Le componenti verticali hanno invece un andamento sinuoso e soprattutto sono una specie di prolungamento dei flap.

Questo avrà due importanti effetti. In primo luogo l’ala sarà molto meno efficiente, perchè una parte rilevante del flusso che passa sulla parte superiore (zona in pressione) sarà aspirato ai lati (zona in depressione) senza il blocco costituito dalle paratie vertifcali. Verrà quindi a mancare il suo contributo nella generazione della downforce.

Vetture 2022
© Sutton Image

In secondo luogo mancheranno quei vortici d’angolo (detti “trecce di Berenice”) che si generano nel punto in cui sono collegati i profili orizzontali e le paratie verticali. Sono quelle turbolenze che si vedono quando le vetture corrono in condizioni di aria umida, e che danneggiano notevolmente l’aerodinamica di chi segue. L’eliminazione delle trecce di Berenice consentirà alle vetture del 2022 di avere molta meno penalizzazione aerodinamica quando si trovano in scia di un avversario.

L’EFFETTO DEL BEAM WING E DEL DIFFUSORE SULLA FORMA DELLA SCIA

Per finire sarà del tutto diversa l’interazione delle parti che compongono l’aerodinamica posteriore delle vetture del 2022. Alettone, profili posti sopra il cambio (detti “beam wing”) e diffusore funzioneranno in maniera molto diversa rispetto a quanto successo finora.

Delle modifiche all’alettone abbiamo già detto. Anche il beam wing sarà diverso, molto più grande. Infine il bordo di uscita del diffusore posteriore sarà più alto. Le modifiche di questi tre elementi consentiranno di produrre una scia che, inglobando le turbolenze nocive generate dalle ruote posteriori, sarà molto più alta. Questo, si spera, dovrebbe consentire di creare alle spalle della vettura una zona relativamente “calma” in cui l’inseguitore possa comodamente avvicinarsi per preparare il sorpasso.

ALTRE MODIFICHE E NOVITA’ DELLE VETTURE DEL 2022. UNA VERA RIVOLUZIONE

A tutte le novità descritte fino adesso se ne accompagnano molte altre. I cerchi saranno coperti da dischi lenticolari, per evitare che lo scarico dell’aria calda dei freni venga sfruttata per ottenere benefici aerodinamici. Gli stessi condotti dei freni non potranno essere sagomati per deviare i flussi. Saranno probiti i bracket (“staffe”) che alzano il punto d’attacco dei bracci delle sospensioni ai portamozzi.

Vetture 2022
© Formula1.com

A causa dell’aumentata severità dei crash test di sicurezza e dell’utilizzo di gomme e cerchi più grandi il peso minimo delle vetture 2022 sarà di 795 kg, contro gli attuali 752 kg.

Una lista lunghissima di interventi che rende le vetture del 2022 del tutto diverse da quelle che le hanno precedute. Il gruppo tecnico della federazione che ha prodotto il nuovo regolamento ha davvero lavorato molto e imposto un gran numero di restrizioni.

La speranza di tutti è che finalmente si limiti l’influenza dell’aerodinamica e si torni a parlare della Formula 1 come della massima espressione della tecnologia elettro-meccanica, e non come un campo di studio di soluzioni che vedrebbero la loro applicazione al massimo su degli aerei, non certo su vetture da strada.

 

David Bianucci

Mi chiamo David Bianucci, nato a Prato ma trasferito per amore e lavoro sui colli Euganei in provincia di Padova. Sono uno sportivo a livelli di fanatismo, ho praticato la pallanuoto per vent'anni e ora faccio i campionati di nuoto Master. Ma le sensazioni più forti me le ha sempre regalate la Formula 1, sin da quando a nove anni ho visto il Gran Premio di San Marino del 1981. Sono seguite sveglie notturne per vedere i gran premi asiatici, autentiche fortune spese in riviste specializzate, giornate tra le frasche del Mugello per guardare girare di nascosto Michael Schumacher. Essere diventato nel frattempo Ingegnere Meccanico non ha migliorato la cosa... Scrivo perchè non posso fare niente per evitarlo.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.