Formula 1Tecnica F1

La Formula 1 del futuro: addio alla MGU-H?

La Massima Serie si sta preparando a grossi cambiamenti, uno di questi potrebbe essere l’abbandono dell’MGU-H

La Formula 1 si sta preparando ai cambi regolamentari sui motori, che potrebbero dire addio all’MGU-H e vedere la potenza dell’MGU-K triplicata

E’ in corso la trattativa sul futuro regolamento della Formula 1 che dovrebbe entrare in vigore nel 2025. Tuttavia, i tempi sembrano essere stretti e si sta già pensando al 2026 come data sostitutiva. I cambiamenti interessano fondamentalmente l’area del motore. Secondo quanto riportato da Auto Motori und Sport, La Formula 1 sta pensando di dire addio all’uso dell’MGU-H legata al turbo. Si tratta infatti di un tecnologia costosa e difficile da sviluppare, che non ha applicazione nelle vetture di serie.

L’obiettivo è quello di rendere i motori più potenti triplicando la potenza, passando da 120 chilowatt a circa 350 (vale a dire da 163 a 476 cavalli). Ciò comporterebbe altre problematiche nel ricaricare le batterie, che dovrebbero aumentare la loro capacità. Tra le soluzioni che si stanno considerando, si parla anche di istallare un generatore sull’asse anteriore o un motogeneratore affinché la Massima Serie viaggi su quattro ruote motrici.

COME CAMBIERÀ IL TELAIO?

Il telaio dovrà adattarsi ai cambiamenti del motore, dunque, come dobbiamo aspettarci le future vetture? Il peso delle monoposto aumenterà? La soluzione al problema sembra essere quella di diminuire la resistenza in modo significativo. Se si vuole mantenere un’elevata velocità in curva, si dovrà optare per delle ali piatti sui rettilinei e un ampio angolo di incidenza in frenata e in curva anche in fase iniziale di accelerazione. In linea con quanto riportato da Pat Symonds, queste sono le idee di cui si discute all’interno del paddock.

Un’altra voce interessante che arriva dal Circus riguarda la possibilità di avere componenti comuni dei motori per abbassarne i costi. Inoltre, il motore termico potrebbe essere soggetto a un blocco comune. Le proposte sono numerose, ma restano numerosi dubbi su quella che sarà al strada che la Formula 1 deciderà di intraprendere in futuro. Il Motorsport è in piena trasformazione e l’annuncio della scadenza del motore termico mette pressione ai team che ricercano una risposta chiara.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.