DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “Ogni tanto penso al ritiro”

Il sette volte campione del mondo ammette di immaginare il proprio addio alle corse, ma la posta in palio è ancora troppo alta

Intervistato da Sky Sport Italia, Lewis Hamilton ha ammesso di pensare al proprio ritiro, rimandato solo dalle tante sfide che ancora lo attendono

Mano a mano che avanza il 2021 può essere considerato sempre più l’anno dei ritiri illustri. Dopo l’addio alle corse di Valentino e l’annuncio dell’ultima stagione all’attivo di Kimi Raikkonen passando per l’ultima campana dello straordinario Manny Pacquiao, molte saranno le lacrime versate dai fan. Eppure, più vicino ai trentasette che ai trentasei anni, Lewis Hamilton continua a macinare record su record. A pochi giorni dalla vittoria della sua centesima gara, il britannico della Mercedes punta al primato assoluto di Campionati del Mondo vinti. Nonostante il futuro sembri ancora una volta più che promettente per il pilota di Stevenage, lo stesso Hamilton ha ammesso di pensare spesso al proprio ritiro.

“Questi pensieri mi vengono spesso” – ha ammesso l’ex-pilota McLaren – “sono come un’onda. Vengono e vanno Ammetto che negli ultimi quattro o cinque anni ho pensato se valesse ancora la pena di sacrificare la mia vita personale per continuare a provarci. Ci sono molte cose che vorrei fare e provare. D’altro canto, mi ripeto di essere fortunato a fare questo mestiere. Guardando nel complesso, la carriera nelle monoposto mi sembrerà solo una piccola parte della mia vita. C’è ancora molto tempo per ritirarsi. E’ una questione d’equilibrio. Dico a me stesso che se sono ancora convinto di allenarmi come quando ero giovane per saziare questa mia fame, come sto facendo, e continuo ad ottenere questi risultati…”.

“Si, credo di non essere ancora sazio. Quando mi ritroverò lento, senza la voglia di allenarmi e demotivato, allora quello sarò il momento di tirare le somme e ritirarmi”. Le nuove leve della Massima Serie sembrano offrire a Lewis motivazioni aggiuntive per rimandare il proprio addio: “C’è qualcosa di eccezionale nel talento delle nuove generazioni. Per me è fantastico, perché mi chiedo come farò a resistergli. Sono forti e non hanno paura di nulla. Voglio però dimostrare di meritare ancora il mio posto nella Massima Serie”. 

 

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.