Curiosità dalla F1Formula 1

La Formula 1 dei giovani: la nuova generazione di piloti

Da Tsunoda a Giovinazzi, la griglia della Classe Regina si sta rinnovando velocemente e riserva interessanti sorprese

Il futuro è qui: la nuova generazione di Formula 1 è già davanti ai nostri occhi e sta facendo bene

Il rinnovamento della griglia di Formula 1 ha iniziato a fare il suo corso nel 2015 con il debutto del giovanissimo Max Verstappen. All’epoca, l’olandese della Red Bull aveva solo 17 anni e, a oggi, è il pilota più giovane ad aver mai corso nella Classe Regina. Dopo di lui, hanno fatto il loro ingresso Ocon nel 2016, Giovinazzi, Stroll e Gasly nel 2017. Nel 2018 e 2019, si sono aggiunti prima Leclerc in Ferrari e poi Norris in McLaren; nel 2020, Latifi e, nel 2021, Mick Schumacher, Mazepin e Tsunoda, attualmente il più giovane del gruppo.

Venti piloti con un’età media di 27 anni: dal più acerbo (Tsunoda, 21 anni) al più maturo (Raikkonen, 41 anni) passano infatti ben due decenni. Come riporta Soymotor.com, la metà dei piloti in pista ha al massimo 25 anni, mentre solo tre di loro ne hanno più di 33 (Raikkonen, Alonso e Hamilton).

LA FORMULA 1 DEI GIOVANI: VERSTAPPEN VS HAMILTON NON SOLO UNA SFIDA PERSONALE

Con il rinnovo odierno di Lando Norris, che continuerà a correre con McLaren anche oltre il 2022, stiamo sempre più assistendo al consolidamento di una nuova generazione di sportivi, adesso forse al meglio rappresentata da Max Verstappen, secondo in classifica iridata e primo rivale di Lewis Hamilton, bandiera della “vecchia guardia”. La sfida tra i due si sta facendo sempre più seria e ormai non si tratta più di una “semplice” battaglia tra singoli.

E’ chiaro che l’inglese e l’olandese rappresentano infatti due generazioni distinte a confronto: Lewis quella passata, che però ha ancora molto da dire, Max la nuova che emerge e che sarà l’immediato futuro di questo sport.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.