Curiosità dalla F1Formula 1

In cosa consiste la dieta dei piloti di Formula 1?

Essendo dei veri atleti i piloti devono seguire anche un’alimentazione specifica per ottimizzare le prestazioni in auto

Come la dieta dei piloti si adegua alle loro prestazioni

Un pilota di Formula 1 deve rientrare nei parametri di peso stabiliti dalla federazione. Per mantenere l’aerodinamicità della monoposto, il peso complessivo della vettura non deve superare i 743 kg pilota compreso. Inoltre, la dieta dei piloti deve essere in linea con l’allenamento e con impegni nel weekend di gara. Vediamo in cosa consiste.

Durante una gara si perdono circa 3kg di massa corporea. Per questo motivo l’alimentazione e l’allenamento di resistenza sono mirati ad assicurare un basso livello di grasso corporeo. La dieta di un pilota ha due obbiettivi principali: mantenere elevata la glicemia in modo costante e favorire un breve tempo di digestione.

Da non sottovalutare l’idratazione. Ricordiamo che la temperatura media nell’abitacolo è di circa 40 c° per via del motore e dell’equipaggiamento, è quindi necessario un giusto apporto di idratazione e sali minerali per contrastare l’eccessiva sudorazione. Per questo motivo la monoposto è fornita di una borraccia termica di 1,5lt. contenente acqua e sali.

COSA MANGIANO I PILOTI DURANTE I WEEKEND DI GARA

L’alimentazione durante il weekend di gara è estremamente rigida soprattutto per quanto riguarda gli orari. I cinque pasti che vengono consumati hanno delle tabelle precise da rispettare, come ad esempio succede per il pranzo, che deve essere servito un’ora e mezza prima dell’inizio del gran premio.

Per soddisfare i due obiettivi principali la dieta si compone in prevalenza di carboidrati come pasta o riso integrale perché hanno un assorbimento più dilazionato, permettendo quindi il lento rilascio di zuccheri ed energie per tutta la sessione di qualifiche e della gara.

Importante è anche l’apporto proteico, in modo tale da fornire supporto ai muscoli che sono sottoposti ad un lungo e pesante stress. Chiaramente queste proteine sono fornite da carni magre per evitare l’eccesso di grasso. Per bilanciare la perdita di liquidi si inseriscono diverse porzioni a pasto di frutta e verdura. Queste infatti provvedono all’apporto di acqua e sali minerali che vengono smaltiti durante la gara.

Maria Sole Caporro

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.