Analisi della redazioneFormula 1Pagelle

I promossi del 2020 | Pierre Gasly

Il francese riporta l’ex Toro Rosso sul gradino più alto del podio dopo 12 anni, un punto esclamativo in una stagione da incorniciare

Pierre Gasly chiude al decimo posto la stagione 2020: è la stagione più profica del team AlphaTauri in Formula 1

Il ritorno di Pierre Gasly in Toro Rosso, diventata AlphaTauri nel 2020, è stato di certo una benefizione. Il secondo posto conquistato nel Gran Premio del Brasile 2019 sembrava un risultato nemmeno avvicinabile nell’ultima stagione, invece la caotica gara monzese ha permesso al francese addirittura di migliorarlo. La vittoria in Italia è solo la ciliegina sulla torta in una stagione da top driver, alla guida di una vettura nettamente cresciuta rispetto alle ultime stagioni.

Dieci arrivi a punti su diciannove manche, tre ritiri per i quali non gli si possono imputare colpe. La stagione di Pierre Gasly non può che essere valutata come positiva, anche al di là delle più rosee aspettative. Ottenendo più del doppio dei punti rispetto al compagno di team, Gasly si è dimostrato decisamente superiore a Daniil Kvyat. I due hanno in comune un passato poco felice in Red Bull, con la casa austriaca che, a distanza di pochi anni, ha riservato a entrambi una retrocessione nella ex Toro Rosso.

NON SOLO LA VITTORIA A MONZA

Il francese è riuscito a terminare il 2020 con una media punti molto simile a quella ottenuta un anno prima, quando per metà stagione è stato alla guida di una Red Bull. Un dato che evidenzia ancor di più l’ottimo lavoro svolto dalla scuderia faentina in accoppiata con il campione 2016 della GP2 Series. La perla è la vittoria del Gran Premio d’Italia, ma sono tante le occasioni in cui il francese ha brillato.

Nella seconda parte di stagione l’AlphaTauri si è dimostrata competitiva tanto da giocarsi le posizioni subito adiacenti al podio. Spiccano i due sesti posti ottenuti in Germania e in Bahrain, così come il quinto agguantato in Portogallo. Tanta la sfortuna nel Gran Premio dell’Emilia Romagna, quando un guasto tecnico lo ha privato di un podio alla portata.

Nel 2021 una nuova sfida per Pierre Gasly. Ad affiancarlo non ci sarà più Daniil Kvyat bensì il giapponese Yuki Tsunoda. Reduce da un’ottima stagione di debutto in Formula 2, è l’ultimo rampollo dell’Academy Red Bull. Ancora tutto da capire quanto il giovane nipponico potrà mettere in difficoltà Gasly, ma sicura è l’ottima base di partenza con la quale AlphaTauri si affaccia sulla nuova stagione.

Posizione finale: 10° | Punti rispetto al compagno di squadra: +38 | Confronto con il compagno di squadra in qualifica: 12-5 (a favore di Pierre Galsy)

PROMOSSO | Voto 8

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.