DichiarazioniFormula 1

Hülkenberg e la firma fallita con Red Bull

Il tedesco ex Renault racconta il retroscena delle sue trattative con il team di Milton Keynes, ma parla anche del presente

Nico Hülkenberg, ora pilota di riserva per Aston Martin, parla della sua mancata firma con Red Bull

Quasi dieci anni in Formula 1, pilota per Williams, Force India, Sauber e Renault. Wild-card per Racing Point la scorsa stagione. Insomma, Nico Hülkenberg di strada ne ha fatta, e non sembra volersi fermare qua. Tuttavia, alla fine del 2019, il tedesco si è trovato senza sedile per il 2020. Al termine della stagione 2020, sembrava potersi realizzare il suo desiderio di rientrare nel Circus: si vociferava di un accordo Hülkenberg-Red Bull. Ma poi è arrivato Perez, e, da quella prestazione magistrale in Bahrain, la storia è cambiata.

A Ziggo Sport, parla Hülkenberg: “Ho avuto conversazioni con la Red Bull durante la seconda metà dello scorso anno. Poi c’è stato un periodo in cui Pérez ha iniziato a fare davvero bene, e le sue prestazioni erano ottime. Quando Checo ha vinto quella gara in Bahrain, ho capito che il mio sogno di rientrare era finito”.

NICO NON MOLLA

Il tedesco, però, non si è dato per vinto. Infatti, da quest’anno è pilota di riserva per il team Aston Martin. E questa è un’ottima possibilità. Anche perché, ricordiamoci, Aston Martin è in diretta collaborazione con Mercedes, che ha i due alfieri Lewis Hamilton e Valtteri Bottas in scadenza contratto proprio al termine di questa stagione 2021. 

Hülkenberg è determinato: la passione per le gare è ancora accesa. E se l’opportunità non arriverà, sarà lui stesso a decidere del suo futuro: “Ad ora, sono un pilota di riserva per l’Aston Martin. Anche se la mole di lavoro per la Mercedes è piccola, avrò comunque degli incontri. Vivo ancora per le gare, mi mancano tanto. Voglio guidare ancora per molti anni. Se ci saranno, ovviamente, opportunità. Nel caso in cui non ci sarà alcuna possibilità in Formula 1, dovrò decidere io cosa fare”. 

Il tedesco Hülkenberg non si abbatte. La passione c’è, e si vede chiaramente. L’impegno e la dedizione di questo pilota sono tangibili, la voglia di gareggiare è sempre presente. E chissà, se l’anno prossimo o il prossimo ancora, lo ritroveremo in griglia, magari sulla tanto agognata Red Bull. Questo non ci è dato saperlo, ma occhio Nico, le opportunità arrivano quando meno te l’aspetti. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.