DichiarazioniFormula 1

Horner: “Newey ha cambiato la storia della Red Bull”

Il team principal ha sottolineato l’importanza dell’arrivo di Adrian Newey, l’uomo che ha cambiato la reputazione della Red Bull

Christian Horner ritiene che l’arrivo di Adrian Newey sia stato il momento decisivo del percorso di crescita avviato dalla Red Bull

In un’interessante intervista Christian Horner è andato a ripercorrere la storia della sua scuderia, trovando nell’ingaggio di Adrian Newey un vero e proprio momento spartiacque. La Red Bull ha debuttato in Formula 1 nel 2005, quando l’azienda austriaca ha acquistato la Jaguar. Era la prima volta che Dietrich Mateschitz possedeva una squadra a tutti gli effetti dopo diversi anni passati a sponsorizzare la Sauber.

“Quando siamo arrivati nel Circus non c’erano obiettivi ben delineati. Volevamo semplicemente essere il più competitivi possibile il più rapidamente possibile. Mateschitz ci ha semplicemente incoraggiati a vivere questa avventura in sintonia con lo spirito Red Bull. Volevamo fare le cose in modo diverso dagli altri, divertendoci lungo il percorso”, ha detto Horner nel podcast “The 300 Club” di Talking Bull.

“Forse proprio per questo nostro atteggiamento scanzonato all’inizio non eravamo presi molto seriamente all’interno del paddock. Si interessavano a noi solo perchè volevano un biglietto d’ingresso per le nostre feste, era questo uno degli obiettivi del week-end. Ma le cose sono cambiate radicalmente con l’arrivo di Adrian Newey”, ha proseguito Horner.

Adrian aveva una grande esperienza in questo sport, avendo già vinto titoli con McLaren e Williams. Quando la Red Bull lo ingaggiò fu a tutti chiaro che avevamo l’intenzione di creare un progetto vincente. Il suo apporto fu indispensabile, riuscì a portare nel gruppo la mentalità vincente cambiando la storia della Red Bull. E’ in quel momento che siamo diventati un top team. Adrian adesso è con noi ormai da 14 anni ed è molto felice all’interno della squadra. Ha ovviamente fatto più di un passo indietro nell’ultimo periodo, ma è ancora molto motivato. Sarà con noi anche il prossimo anno e per noi la cosa costituisce un vanto”, ha concluso Horner.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio