DichiarazioniFormula 1

Albon sente di aver migliorato il feeling con la RB16

Il pilota Red Bull è uscito dall’ultimo Gran Premio con una fiducia ritrovata nella sua vettura, ora si gioca la riconferma

Alexander Albon ha concluso al sesto posto il Gran Premio di Turchia, un risultato che sembra aver fatto ritrovare il sorriso al thailandese

L’ultima gara in Turchia sembra aver fatto ritrovare fiducia ad Alexander Albon. Nel Gran Premio scorso, il pilota thailandese ha terminato poco alle spalle del compagno di team, pur commettendo un errore che gli ha compromesso l’opportunità di giocarsi il podio. L’attuale Red Bull ha dichiarato di sentire più in mano la RB16, dopo l’impegnativo weekend di Istanbul.

Dopo un’annata segnati da più bassi che alti, la posizione di Albon all’interno del team Red Bull è sempre più in bilico. Le voci parlano di un Nico Hulkenberg favorito per il sedile 2021, anche se Sergio Perez continua a giocarsi le sue chance. Solo un netto cambio di trend nelle ultime tre gare della stagione potrebbero rimettere in gioco l’ex Toro Rosso per un posto in vista della prossima stagione.

HORNER CARICA IL SUO PILOTA

Christian Horner è stato piuttosto esplicito a riguardo, aspettandosi da Albon prestazioni d alto livello nelle ultime tappe di questo Mondiale 2020: “Come ho sempre detto, vogliamo vedere Alex lottare per quel posto”, ha dichiarato il team principal Red Bull.

“Tutte le altre squadre hanno già confermato le loro lineup e questo ci fa guadagnare un po ‘di tempo per prendere la decisione. Vogliamo dare ad Alex tutto il tempo che possiamo, tutto il supporto che possiamo e vedere cosa succede nelle restanti tre o quattro gare”.

TESTA AL BAHRAIN

Nonostante scricchioli la sua conferma, Albon si è detto estremamente soddisfatto dell’ultimo weekend di Turchia: “È stato un buon fine settimana per me e abbiamo provato alcune cose sulla mia macchina che pensiamo rendessero più prevedibile”, ha evidenziato il pilota Red Bull. “Anche come squadra eravamo molto forti e considerando quanto bene abbiamo iniziato il fine settimana, è un po’ frustrante venire via con così poco, ma ci sono molti aspetti positivi da prendere dalla Turchia.”

Il thailandese, nonostante l’amarezza del non aver ottimizzato il risultato, è già proiettato verso il prossimo Gran Premio: “Sono fiducioso che stiamo andando nella giusta direzione. Da parte mia, le cose stanno migliorando ed ero contento della macchina al simulatore, quindi ora non vedo l’ora di arrivare in Bahrain e vedere cosa abbiamo ottenuto.”

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio