2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Gran Bretagna

Honda tarpa le ali ad Albon

Niente seconda sosta per Albon nel GP di ieri, complice un problema elettrico alla power unit Honda

Era entrato in Q3 per la seconda volta in stagione e stava conducendo il GP nei primi dieci, quando un guasto tecnico gli ha precluso la zona punti. Non è stato fortunatissimo il GP di Gran Bretagna per Alexander Albon, il rookie della Toro Rosso che sta disputando una stagione di buon livello.

Albon era riuscito a completare 39 giri con lo stesso set di gomme e sembrava destinato a un arrivo in zona punti, quando un contrattempo al motore lo ha costretto a tirare i remi in barca. Per lui è arrivato un amaro dodicesimo posto finale. Essendo il problema di natura elettrica, il team ha preferito non richiamarlo ai box perché sarebbe stato pericoloso toccare la vettura. Con la tecnologia ibrida è così: in certi momenti, tecnici, meccanici o commissari di percorso non possono nemmeno toccare la monoposto.

Toyoharu Tanabe, responsabile del programma Honda in Formula 1, ha commentato il problema, che ancora non è stato identificato a fondo. “Abbiamo ricevuto un allarme per un problema elettrico legato al voltaggio. Non ne conosciamo esattamente l’entità, indagheremo per capire cosa è stato”.

“Se ricevi questo tipo di allarme, non puoi toccare la vettura, a meno che il motore non sia spento. Le alternative erano due: proseguire la gara senza fermarsi, oppure far rientrare Albon, spegnere il motore e cambiare le gomme. Ovviamente abbiamo scelto la prima opzione. Da un anno e mezzo che sono qui, non era mai accaduto un problema simile. Questa è la prima volta” ha continuato Tanabe.

Albon si trovava a sandwich delle Renault, che poi hanno chiuso a punti (Ricciardo 7° e Hulkenberg 10°). Il pilota di passaporto thailandese viaggiava su due soste, ma il fatto che non si sia potuto fermare per il secondo stop lo ha condannato a un’ultima fase di gara di sofferenza, complici gomme consumatissime. “Potevo vedere la carcassa che perdeva pezzi – ha commentato l’alfiere Toro Rosso, che poteva centrare il quarto arrivo a punti stagionale – Un altro giro e non avrei potuto concludere la gara. Ma poi ci sono riuscito, seppur con gomme vecchissime”.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close