Curiosità dalla F1Dichiarazioni

Hamilton-Mercedes: Ecclestone rivela che…

Bernie Ecclestone fa una rivelazione sul passaggio del pilota inglese dalla McLaren al team di Brackley, andando a sostituire Michael Schumacher dalla stagione 2013

A fine 2012, Lewis Hamilton saluta la McLaren, per unirsi a sorpresa di tutti alla Mercedes. Ecclestone fa una rivelazione su quel momento

Quando verso la fine della stagione 2012, Lewis Hamilton annunciò il suo passaggio dalla McLaren alla Mercedes, in tanti hanno reagito con perplessità, vedendo questa mossa un po’ controversa.

Molti si sono chiesti, il motivo di questo passaggio, considerando le prestazioni di entrambi i team in quel periodo. La McLaren era un team, con la quale era possibile lottare per le vittorie e i titoli iridati, d’altra parte la Mercedes, nata dalle ceneri della Brawn GP Campione del Mondo 2009, non eccelleva a livello di prestazioni, e aveva vinto soltanto due gare.

Nel corso degli anni passati, si è poi saputo che è stato Niki Lauda a convincere Lewis Hamilton a unirsi al team, anche se c’è stata una disputa sulla paga, che ha rischiato di mandare a monte il trasferimento.

A quel punto, si è messo di mezzo Bernie Ecclestone, che ha aiutato la manovra offrendosi di pagare a Lewis Hamilton, parte del suo salario in Mercedes, come ha rivelato lo stesso ex patron della Formula 1 nel documentario ‘Lucky’! in onda su Discovery+.

Bernie: “Avrei pagato la differenza”

In passato, Bernie Ecclestone ha lavorato con Niki Lauda durante la sua carriera in Formula 1, e si è dunque mosso per aiutare la Mercedes a ingaggiare Lewis Hamilton, soprattutto nel caso in cui il team inglese non fosse stato in grado di pagare al pilota, il salario completo che egli aveva chiesto.

Niki aveva capito, quanto prezioso fosse Lewis come pilota, pertanto ha provato a persuaderlo a guidare per la Mercedes,” ha così dichiarato Ecclestone.

“Se, Hamilton non fosse stato pagato, quanto richiesto, non avrebbe accettato di correre per loro. Quindi ho detto, che “Mercedes aveva bisogno di qualcuno come lui, perciò pagherò la differenza”. Ma alla fine, Mercedes ha pagato,” ha così aggiunto l’ex patron della Formula 1.

Una mossa che poi si è rivelata vincente per Lewis Hamilton, guardando ai successi ottenuti in questi anni, tra cui i sei titoli iridati piloti, e gli otto titoli iridati costruttori.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button