Formula 1

Haas: “Lo scontro tra i nostri piloti è inaccettabile”

Gunther Steiner, team manager della Haas F1, ha criticato aspramente i propri piloti per la condotta tenuta a Silverstone

Il week-end di Silverstone è stato uno dei peggiori della storia della Haas F1 Team, sia per gli avvenimenti fuori pista che per il disastro successo in gara. La scuderia statunitense, infatti, ha ricevuto all’improvviso il comunicato della rescissione del contratto con il suo main sponsor, Rich Energy; poche ore dopo, però, l’azienda produttrice di bevande energetiche ha smentito questa notizia.

A peggiorare ulteriormente la situazione già tesa in casa del team, ci hanno pensato Romain Grosjean e Kevin Magnussen. I due piloti della Haas, partiti rispettivamente in settima e in ottava fila, hanno affrontato le prime curve del Gran Premio di Gran Bretagna fianco a fianco e sono entrati in contatto alla curva Wellington Straight. L’impatto ha causato la foratura dello pneumatico posteriore sinistro del danese e di quello posteriore destro del francese: doppio ritiro dopo soli pochissimi giri.

Gunther Steiner, team manager della Haas F1, non intende fare distinzione di colpa, entrambi i piloti hanno sbagliato e hanno creato una situazione inaccettabile. Non è accettabile ciò che è successo. Dopo quanto accaduto a Barcellona (quando il duo della Haas si era scontrato dopo il rientro della safety car), ero stato molto chiaro su quanto si potesse fare in pista.”

Siamo in una posizione difficile, stiamo cercando di scoprire e capire la monoposto durante i week-end di gara. Tutti all’interno della squadra stanno lavorando duramente. Quando sembrava che venerdì avessimo trovato il giusto set-up per il long run, i nostri piloti, durante la gara, si sono scontrati in curva 5. È inaccettabile. Facciamo l’impossibile e quando abbiamo la possibilità di ottenere punti, o almeno di avere più informazioni sull’auto, fanno una cosa del genere. Non ho bisogno di spiegazioni da parte loro.

La Haas, dall’inizio della stagione 2019, sta vivendo un vero e proprio incubo, con soli 16 punti conquistati in ben dieci gare disputate. “Non è la settimana più facile per il team. In Gran Bretagna avevamo qualche possibilità e invece abbiamo rovinato tutto da soli. Tra Austria e Silverstone entrambi i piloti sono stati duri, uno in un modo e uno nell’altro.”

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 23 anni e seguo la Formula 1 sin dalla tenera età. Grandissimo tifoso Ferrari, sono cresciuto seguendo, in compagnia di mio padre, il dominio di Michael Schumacher. In seguito ho sviluppato una fortissima passione per Fernando Alonso e ho gioito e sofferto per le sue vittorie in rosso. Oltre la Formula 1, cerco di seguire tutti gli altri motorsport, in particolare WRC, MotoGP e SBK. Quando non seguo gare mi dedico al bodybuilding e ai videogames

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close