DichiarazioniFormula 1Gran Premio Giappone

Grosjean e la sua passione per la Tyrrell P34

In attesa di una situazione metereologica più stabile, il pilota della Haas ha acquistato un modellino assemblabile della Tyrrell P34

L’allerta meteo che ha rimandato le qualifiche di Suzuka è servita ai piloti per concedersi del tempo libero. Tra relax e partite alla PlayStation, Grosjean dedicherà il suo tempo alla costruzione di un modellino

Per via del tifone Hagibis, che sta colpendo in queste ore il Giappone, il solito programma del sabato di Formula 1 è stato annullato. In attesa che la situazione migliori e che le squadre possano tornare a lavoro sulle vetture, ai piloti è stato concesso un po’ di tempo libero per godersi qualche attimo di relax. Tra chi ha deciso semplicemente di riposarsi e chi ha organizzato un torneo alla PlayStation, Grosjean ha sfruttato queste ore di libertà per acquistare un modellino di una monoposto che ha scritto la storia di questo motorsport.

Durante il freddo soggiorno a Suzuka, Max Verstappen, Carlos Sainz e Lando Norris si sono riuniti per sfidarsi a FIFA 20, gioco di calcio sviluppato da EA Sports pubblicato su console solamente qualche settimana fa. Lewis Hamilton, al contrario dei tre giovani piloti, ha deciso di visitare la città costiera di Taiji per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’orribile pratica del massacro dei delfini. Romain Grosjean, invece, resterà chiuso nella sua stanza d’albergo, impegnato in un compito molto particolare.

https://www.instagram.com/p/B3gppCahGRX/

Il pilota francese della Haas, infatti, ha acquistato un modellino assemblabile della Tyrrell P34, leggendaria monoposto impressa nelle memorie dei tifosi per essere estata l’unica vettura di F1 con sei ruote.

JODY SCHECKTER, SU TWITTER, SCHERZA CON IL FRANCESE E LO INVITA A VEDERE IL MODELLO ORIGINALE

Romain Grosjean passerà il suo sabato giapponese immergendosi nelle istruzioni e nella costruzione del modellino marchiato Tamiya della particolare auto costruita dalla Tyrrell, scuderia che ha vinto il campionato mondiale costruttori nel 1971.

“Ho la Xbox pronta ma ho anche comprato un modellino assemblabile della Tyrrell a sei ruote“, ha raccontato il pilota della scuderia gestita da Guenther Steiner. “Sono andato in un negozio di Shiroko. Avevano un’auto radiocomandata che volevo acquistare ma non avevo gli strumenti adatti per costruirla. Quindi, ho pensato di scegliere la Tyrrell, è più piccola e ho comprato la colla per costruirla. Non ho la vernice ma metterò gli adesivi originali. Mentre la colla si asciugherà, giocherò un po’ con la mia console“.

Data la straordinaria precisione richiesta per costruire il modello Tamiya, il francese avrà molta difficoltà a costruirlo in così poco tempo. Inoltre, sarà ancora più difficile riportarlo a casa senza frantumarlo in valigia.

Jody Scheckter, unico pilota al mondo ad aver vinto un GP su una monoposto a sei ruote, scherzando su Twitter, ha invitato Grosjean alla Laverstoke Park Farm, per ammirare dal vivo l’originale vettura del 1976.

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio