2019Formula 1Gran Premio Giappone

La FIA ha multato Guenther Steiner

Il team principal della Haas è stato sanzionato per aver insultato un commisario di gara

Gli insulti ricevuti da Emanuele Pirro durante il Gran Premio di Sochi non sono passati inosservati, la Federazione Internazionale ha multato Guenther Steiner

L’insulto di Guenther Steiner a uno dei commisari del Gran Premio di Russia gli costerà caro; la FIA, infatti, ha inflitto un’ammenda di 7.500 euro al team principal della Haas F1 Team. Il manager altoatesino non è nuovo a comportamenti del genere e già nel corso di questa stagione si era lamentato di alcuni commisari di gara, non sufficientemente qualificati per quel ruolo secondo il suo giudizio. La Federazione Internazionale, però, questa volta non ha perdonato le parole di Steiner e gli ha inflitto una multa salata.

Quest’oggi, a Suzuka, i vertici della FIA hanno convocato Guenther Steiner, reo di aver insultato Emanuele Pirro dopo che quest’ultimo aveva inflitto una penalità a Kevin Magnussen durante il GP di Sochi.

“Se non ci fosse stato un commisario stupido e idiota saremmo ottavi. Sai bene di chi parlo, lo conosci. Succedono sempre le stesse cose. Non è qualcuno che diventa intelligente”, aveva detto l’ingegnere di Merano al pilota danese.

IL PUGNO DURO DELLA FIA HA COLPITO L’IRRUENTO TEAM PRINCIPAL DELLA HAAS

La Federazione ha aspettato il Gran Premio del Giappone poichè stava studiando la miglior maniera per punire l’impetuoso personaggio. In particolare, si stava decidendo se ritirargli il paddok pass, togliergli punti o infliggergli una sanzione pecuniaria.

Invitato a fornire la sua versione dei fatti, Steiner ha confermato che il suo commento era riferito in particolare a Pirro. Il boss della Haas, però, si è giusticanto dicendo che erano parole dette a “caldo” e che non voleva assolutamente offendere alcun membro della FIA. L’organo guidato da Jean Todt, però, si è dimostrato intransigente e ha punito il manager per “danni alla reputazione degli sport motoristici e della FIA e per aver messo in discussione la professionalità dei commisari”.

La Federazione, così come specificato dagli articoli 12.1.1.c e 12.1.1.f del codice sportivo internazionale, non accetta critiche pubbliche e non ha perdonato gli attacchi rivolti a Pirro. “Sebbene sia accettata qualsiasi critica alle decisioni dei commisari nelle conversazioni private con loro, gli attacchi personali detti in pubblico contro singoli commisari sono totalmente inappropriati e non saranno accettati”, si può leggere nel documento rilasciato.

Le parole usate dal Sig. Steiner hanno causato danni morali ai commisari della FIA e sono state dannose per gli interessi degli sport automobilistici. Quanto detto è stato considerato una violazione delle norme degli articoli 12.1.1.c e 12.1.1.f dell’International Sports Code”.

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close