Formula 1Gran Premio Ungheria

Gp Ungheria, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Si torna all’Hungaroring per la 3° prova della stagione 2020 . In attesa del via del weekend, ecco il nostro anteprima con gli orari tv, il meteo e Pirelli

GP Ungheria, round 3°. Salutata l’Austria e il Red Bull Ring che ha ospitato la Formula 1 per due settimane, è ora la volta dell’Ungheria e dell’Hungaroring accogliere piloti, team, vetture in vista del weekend

Dopo aver salutato l’Austria ed il Red Bull Ring, dopo due settimane e due gran premi disputati, la Formula 1 raggiunge l’Ungheria e l’Hungaroring, dove nel weekend (dal 17 al 19 luglio) si disputerà il GP Ungheria, nuova prova di questo strano, insolito Campionato del Mondo 2020 stravolto dal Covid-19, che peraltro sembra aver dato un nuovo volto al Circus, tra l’assenza del pubblico e dei tifosi sugli spalti, il distanziamento sociale tra piloti, tecnici e chiunque sia presente in autodromo.

Nell’attesa di poter riavere quell’atmosfera che tutti noi conosciamo ed alla quale eravamo abituati, intanto prepariamoci ad affrontare un altro weekend agonistico. La stagione è da poco iniziata, ma mostra ancora una volta una Mercedes super in forma, e già leader della classifica costruttori e piloti, con entrambi i suoi piloti: Valtteri Bottas al primo posto, seguito da Lewis Hamilton, e che vantano di una vittoria ciascuno, conquistate nei due appuntamenti di Zeltweg.

Gp Ungheria 2020 anteprima
Credits: Red Bull press area

Alle spalle delle Frecce Nere (per via della nuova livrea), troviamo una Red Bull in buona forma, e che potrebbe rivelarsi una valida concorrente in Campionato, grazie alla buona performance del motore Honda, ed all’ottimo stato di forma del pilota di punta, Max Verstappen reduce dal terzo posto al GP della Stiria disputatosi domenica e da un weekend tutto sommato buono. Alexander Albon nonostante le buone prestazioni che ha dimostrato, ha avuto qualche difficoltà, come lo scontro con Lewis Hamilton al GP Austria, in un tentativo di sorpasso. Se riuscirà a superare questo piccolo ostacolo, sicuramente ci mostrerà le sue qualità nei prossimi gran premi.

Momento “no” per la Ferrari, che saluta l’Austria con le “ossa rotte”, per via delle difficoltà riscontrate nei due appuntamenti appena trascorsi. La SF1000 la nuova monoposto del Cavallino Rampante, è apparsa in difficoltà e con un gap molto importante rispetto alla Mercedes. Entrambi i piloti hanno fatto intendere di non trovarsi bene con questa vettura, facendo fatica a guidarla come vorrebbero, e non riuscendo a lottare con Mercedes e Red Bull per le migliori posizioni. Charles Leclerc è riuscito a tagliare il traguardo in seconda posizione al Gp Austria, ma a Maranello c’è molto lavoro da fare, con la speranza di riuscire a portare quegli aggiornamenti, che potrebbero cambiare le carte in tavola, e rendere la vettura più performante. Sebastian Vettel si appresta ad affrontare la tappa ungherese con la voglia di riscattare le deludenti prime due gare, e cercare di recuperare più punti possibili per sé stesso e la squadra. Dopo lo scontro tra i due piloti della Ferrari, al GP della Stiria di domenica, che ha costretto entrambi al ritiro per danni alle proprie vetture, al GP Ungheria il pilota tedesco ed il monegasco, così come lo stesso team, sono chiamati a riscattare questo momento negativo, e portare a casa risultati più positivi possibili.

Al termine del GP della Stiria, la Renault ha inviato un reclamo alla FIA per quanto riguarda la Racing Point, per poter vederci chiaro e capire se la monoposto sia la fotocopia della monoposto 2019 della Mercedes, viste le buonissime e sorprendenti prestazioni che sta dimostrando. Il reclamo è stato accolto dalla Federazione, che sta procedendo a tutte le verifiche del caso, prima di arrivare ad una decisione. Decisione che potrebbe arrivare in questi giorni in Ungheria.

Altra squadra da tenere in considerazione, è la McLaren, ben ritrovata dopo diversi anni di difficoltà. La nuova vettura sembra essere nata bene, che ha regalato un podio e delle posizioni migliori anche in classifica costruttori. Anche i piloti sembrano in ottima forma, e vedremo come si comporteranno all’Hungaroring.

HUNGARORING CIRCUIT

Gp Ungheria 2020 anteprima
Credits: Pirelli press area

Siamo all’Hungaroring, un circuito sorto alla periferia della capitale Budapest, sin dal 1986, su un terreno polveroso, usato raramente durante l’anno, tranne in occasione del gran premio di Formula 1. Per questo motivo, il tracciato risulta sporco, soprattutto fuori dalle traiettorie prestabilite, con la conseguenza che se una vettura dovesse andare fuori traiettoria poi al rientro si porta dietro lo sporco raccolto. Oltre a queste difficoltà, il tracciato si presenta tortuoso, molto simile ad una pista di go-kart allargata, dove i sorpassi sono difficili.

Per le sue caratteristiche, è considerato tra i circuiti più noiosi del calendario, ma ciò nonostante grazie alla collocazione in piena estate, il pubblico è piuttosto numeroso, tenendo presente anche il caldo sempre torrido, che mette a dura prova il fisico dei piloti.

Gp Ungheria 2020 anteprima
Credits: Pirelli press area

Un tempo, il tracciato era ancora più tortuoso rispetto a come si presenta oggi: la vecchia curva 3 non portava direttamente sul breve rettilineo che ora porta alla curva 4, ma era un tornante raccordato con una chicane lenta, che nel 1989 fu eliminata, allungando il rettilineo fino a raggiungere la curva 4.

Dal 2003 ci furono diverse modifiche, che hanno portato ad allungare il rettilineo principale, modificando il profilo della prima curva e della curva 11. Questi lavori sono stati fatti per tentare di agevolare le occasioni di sorpasso. Nel 2016, ci furono altri lavori con un nuovo asfalto, aggiornamento dei cordoli e vie di fuga.

PIRELLI: C2, C3, C4

In Ungheria rivederemo in azione per la terza volta consecutiva, le mescole C2, C3 e C4 ovvero White Hard, Yellow Medium e Red Soft, che abbiamo visto nelle due gare austriache e che sono state scelte da Pirelli per affrontare il difficile e tortuoso tracciato dell’Hungaroring.

Nell’edizione del 2019, i piloti hanno già usato queste mescole, che si adattano molto bene alle caratteristiche dell’Hungaroring, fatto di curve strette e tortuose, oltre alle alte temperature attese per il fine settimana.

CHE TEMPO FARA’?

Secondo l’ultimo bollettino meteo, il weekend del Gp Ungheria sarà caratterizzato da tempo pressoché sereno, anche se non mancheranno nuvole e qualche pioggerellina. Per la giornata di venerdì il cielo si potrebbe presentare nuvoloso con pioggia debole al mattino e qualche temporale nel primo pomeriggio e che potrebbe bagnare la pista in vista delle Prove Libere 2. Temperature attese attorno i 16 – 20°C. Giornata più tranquilla per quanto riguarda sabato, con il cielo sereno e senza precipitazioni. Temperature in rialzo attese attorno i 20 – 23°C. Per quanto riguarda domenica, il tempo sarà sereno nonostante la presenza di qualche nuvola, e la possibilità di qualche temporale intorno alle ore 17:00. Temperature attese per la gara, attorno i 25°C.

ORARI TV

Tutto pronto per la 3° tappa della stagione 2019 con il Gp Ungheria che sarà trasmessa in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD con le prove libere 1 e 2, prove libere 3, Qualifiche e gara. Mentre TV8 trasmetterà in differita questa tappa, soltanto Qualifiche e gara. Non mancherà il Live di F1world che trasmetterà e racconterà in diretta giro dopo giro la gara.

Qui in dettaglio gli orari Tv del Gp Ungheria 2020:

Venerdì 17 luglio 2020

dalle 11:00 alle 12:30: Prove Libere 1 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 15:00 alle 16:30: Prove Libere 2 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8 ).

Sabato 18 luglio 2020

dalle 12:00 alle 13:00: Prove Libere 3 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 15:00 alle 16:00: Qualifiche (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD;  differita TV8 dalle 18:00)

Domenica 19 luglio 2020

dalle 15:10: Gara (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; diretta TV8 dalle 18:00)

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button