Formula 1Gran Premio Turchia

GP Turchia, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

9 anni dopo la Formula 1 fa il suo ritorno al Istanbul Park. Nell’attesa ecco gli orari tv, la scelta Pirelli e le previsioni meteo

GP Turchia, round 14. Istanbul Park torna a ospitare la Formula 1 dopo 9 anni. Nell’attesa che il weekend inizi, ecco l’anteprima

GP Turchia, anteprima. La Formula 1 saluta l’Europa che ha ospitato i tredici appuntamenti di questa stagione, e in queste ore è in viaggio con destinazione Turchia. Dopo ben 9 anni di assenza nel weekend si correrà il GP Turchia sul circuito di Istanbul.

L’ultima volta che si è corso su questo tracciato è stato nel 2011, edizione vinta da Sebastian Vettel con la Red Bull. Purtroppo tra gli organizzatori e Bernie Ecclestone è mancato l’accordo per poter continuare a ospitare la Formula 1, e così a partire dalla stagione 2012, la Turchia non stata più inserita in calendario. Nella stagione 2020, la FIA nel tentativo di garantire un certo numero di gare durante il campionato, pesantemente condizionato dalla pandemia di Covid-19, ha accettato di inserire il tracciato di Istanbul.

Tra i piloti attualmente presenti, Lewis Hamilton, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno corso su questo tracciato. In ogni caso, la Formula 1 si ripresenta qui con monoposto totalmente diverse. Perciò, sarà un appuntamento da seguire fin dalle prove libere per vedere e capire come i team si prepareranno in vista delle qualifiche e gara.

Dopo la conquista del settimo titolo costruttori, la Mercedes prosegue la sua marcia trionfale in questa stagione 2020, e sicuramente si dimostrerà in ottima forma anche su questo tracciato. Lewis Hamilton è tuttora a caccia del suo settimo titolo piloti, e a questo punto del campionato grazie anche alle sue imprese, sembra essere molto prossimo a raggiungere questo obiettivo. Chissà se succederà proprio a Istanbul Park, dove peraltro ha vinto nel 2010 con la McLaren-Mercedes?

A Imola, Valtteri Bottas dopo aver conquistato la pole position, in gara non è stato fortunato terminando in seconda posizione, complice anche un detrito che ha condizionato le prestazioni della sua monoposto. Il pilota finlandese anche questa volta, vorrà riscattarsi e tentare di intromettersi nella lotta per la vittoria con il compagno di squadra, con la speranza che anche la fortuna possa aiutarlo.

Nonostante le difficoltà, i ritiri in alcune gare, la Red Bull soprattutto con Max Verstappen, è sempre risultata tra le prime posizioni in qualifica e in gara, dimostrando di riuscire a impensierire e insidiare le migliori posizioni dei piloti Mercedes. Il binomio Red Bull-Verstappen, sarà da tenere d’occhio a Istanbul. A parte il podio del Mugello, Alex Albon è risultato più in difficoltà con la monoposto e autore di molti errori, che lo hanno penalizzato. Il suo sedile è sempre più in forse per il 2021.

GP Turchia anteprima, orari tv, Pirelli, meteo
Credits: Scuderia Ferrari press area

La Ferrari a Istanbul Park in passato è stata protagonista di ben tre vittorie con Felipe Massa (2006, 2007 e 2008), e ora torna con la voglia di riscatto e l’obiettivo di recuperare terreno nei confronti degli avversari. Purtroppo questa stagione non si è rivelata fortunata e positiva per il Cavallino Rampante, complice una vettura non altezza e in difficoltà a livello di prestazioni, motore, velocità. Nelle ultime gare la SF1000 si è presentata con qualche aggiornamento, e vedremo se qui riuscirà a far bene.

INTERCITY ISTANBUL PARK

Il circuito di Istanbul (noto anche come Istanbul Speed Park), è un tracciato automobilistico e motociclistico sito a Tuzla, alla periferia di Istanbul in Turchia. Sorge sul lato asiatico della città, in una zona sviluppata recentemente vicino al nuovo aeroporto internazionale Sabiha Gökçen. Ha ospitato il GP Turchia di Formula 1 dal 2005 al 2011.

I lavori iniziarono nel 2003 e terminarono a ridosso della gara di Formula 1. È stato inaugurato il 21 agosto 2005, lo stesso giorno della prima edizione del GP Turchia. Il tracciato è stato disegnato da Hermann Tilke, lo stesso che ideò molti degli circuiti di recente costruzione. Istanbul Park sorge su un’area collinosa, che dà vita a molti saliscendi e un percorso variato.

Il tracciato è lungo 5.338 metri, caratterizzato da 14 curve (8 a sinistra e 6 a destra) e 4 rettilinei da percorrere in senso antiorario (come abbiamo visto a Imola). La velocità massima raggiunta è di circa 330 km/h, ciononostante si tratta di un circuito piuttosto lento. Molto impegnativa la lunga curva 8, caratterizzata da quattro punti di corda.

Dopo l’edizione del 2011, gli organizzatori non riuscirono a trovare un accordo con Bernie Ecclestone per poter continuare a ospitare la Formula 1. Nel 2015 l’impianto è stato acquistato da Intercity, un’azienda locale che si occupa di noleggio, che la trasformò in una concessionaria di auto usate e sede di corsi di guida sicura.

Il 13 ottobre 2020, sono stati avviati dei lavori di ristrutturazione del tracciato per accogliere al meglio la Formula 1 e riportare Istanbul Park nelle migliori condizioni, visto che in tutti questi anni non è stato più utilizzato.

PIRELLI: C1, C2, C3

Il GP Turchia e Istanbul Park, rappresenta un ritorno anche per Pirelli, che nel 2011 ha disputato la sua prima stagione in Formula 1 come fornitore unico. Per questo weekend, sono state nominate le tre mescole più dure della gamma: P Zero white hard C1, P Zero yellow medium C2 e P Zero red soft C3.

Il tracciato è molto esigente con i pneumatici, in termini di trazione, deportanza e carichi laterali. Il tratto più impegnativo, è la curva 8, ovvero un curvone molto lungo verso sinistra, con molti punti di corda, che oltretutto è stata d’ispirazione per la realizzazione della curva 3 a Sochi. Qui gli pneumatici soffriranno di carichi impressionati, specialmente l’anteriore destro.

Di recente è stato riasfaltato, perciò nessuno ha riferimenti utili e dati in vista del weekend. Per questo motivo, Pirelli ha optato per queste tre tipo di mescole. Inoltre, non ci saranno gare di supporto, con la conseguenza che il tracciato potrebbe presentarsi sporco e scivoloso, soprattutto venerdì.

CHE TEMPO FARA’?

Secondo l’ultimo bollettino meteo per questo anteprima, Istanbul accoglierà la Formula 1, con cielo nuvoloso al venerdì ma che tende a schiarirsi nel prosieguo del weekend. Non è prevista pioggia, anche se soprattutto nelle giornate di venerdì e domenica, potrebbe scendere qualche gocciolina. Temperature attese tra 10°C e 15°C.

Venerdì mattina in occasione delle prove libere 1, il cielo sarà coperto da nuvole ma senza precipitazioni. Temperature attese tra 12°C e 13°C. Nel pomeriggio, c’è la possibilità di avere qualche goccia di pioggia durante le prove libere 2 e temperature intorno i 14°C. Sabato è previsto tempo sereno, nonostante la presenza di nuvole, ma senza precipitazioni. Temperature attese tra 11°C e 14°C. Infine, domenica in occasione della gara che scatterà alle 11:10, secondo le previsioni meteo potrebbe esserci pioggia e schiarite. Temperatura attesa sui 12°C.

ORARI TV

La Formula 1 torna a Istanbul con la 14° prova della stagione 2020.  Il weekend prenderà il via venerdì con le prove libere 1 e 2, nella giornata di sabato ci sarà la terza sessione di prove libere e le qualifiche. Infine domenica 15 novembre, il gran premio che scatterà alle 11:10!

L’intero evento sarà trasmesso in diretta ed esclusiva su Sky Sport F1 HD, mentre sarà in differita su TV8. Torna come di consueto il Live streaming di F1world che vi racconterà giro per giro il gran premio.

In anteprima qui sotto il programma e gli orari tv per seguire il GP Turchia.

Venerdì 13 novembre 2020 

ore 09:00-10:30: Prove Libere 1 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

ore 13:00-14:30: Prove Libere 2 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

Sabato 14 novembre 2020

ore 10:00-11:00: Prove Libere 3 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

dalle 13:00 alle 14:00: Qualifiche (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 19:00)

Domenica 15 novembre 2020

dalle 11:10: Gara (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 18:00)

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.