DichiarazioniFormula 1Gran Premio Stiria

GP Stiria, rimonta Perez: “Strategia fantastica del Team”

L’agguerrito pilota messicano è risalito dalla diciassettesima alla sesta posizione ed è stato nominato pilota del giorno

Una gara certamente da ricordare quella di Sergio Perez e del compagno di squadra Lance Stroll. La Racing Point ha stupito tutti con il suo passo gara, conquistando la sesta e la settima posizione, dopo accese battaglie a suon di giri veloci

Alzi la mano chi avrebbe scommesso su una perfomance simile da parte di Racing Point!
Nonostante fosse partito diciassettesimo, Sergio Perez è arrivato persino a giocarsi la quarta posizione, persa all’ultimo nello scontro con Albon a causa di un contatto che ha obbligato il pilota messicano ad accontentarsi del quinto posto, ma solo per poco. In dirittura d’arrivo, quasi sulla linea del traguardo, Perez è stato infatti beffato da un sorprendente Lando Norris che gli ha sottratto per pochissimo la quinta piazzola.

Un bel confronto quello tra la scuderia di Lawrence Stroll e la McLaren; una battaglia che conferisce ancora più valore al risultato della Racing Point, in grado di giocarsela con un giovane Norris che, appena una settimana fa, era salito sul terzo gradino del podio.

PEREZ SODDISFATTO: “ABBIAMO DATO TUTTO QUELLO CHE AVEVAMO

Sergio Perez ha commentato il contatto con Albon e ha deciso di guardare il lato positivo definendosi fortunato per aver perso solo una posizione: “Il Team ha fatto una strategia fantastica. Siamo riusciti a recuperare; eravamo vicini a conquistare la quarta posizione alla fine. Ho spinto tantissimo” – ha dichiarato ai microfoni di Sky Sports F1 – “Ho avuto una grande opportunità, ma sfortunatamente ho toccato l’angolo sbagliato; ho raddrizzato il volante (riferendosi al contatto con Albon) e ho finito col danneggiare l’ala anteriore. Sono stato molto fortunato a perdere una sola posizione in quel frangente. Abbiamo spinto e dato tutto quello che avevamo. Quella era l’unica possibilità di passare, perché Albon era piuttosto veloce in quel settore a media velocità della pista. Non ha funzionato però, ripeto, sono stato fortunato a perdere solo una posizione“.

Tra una settimana, la terza gara della stagione 2020 in Ungheria. Cosa dobbiamo aspettarci dalla Racing Point, dopo questa notevole prova di forza?
Perez è molto positivo e spera che, anche all’Hungaroring, il suo Team possa esprimersi al meglio del suo potenziale: “Penso che abbiamo fatto buoni progressi rispetto al GP passato. Stiamo imparando molto sulla macchina; io stesso ho una percezione migliore della monoposto e tutti noi non vediamo l’ora di scendere in pista in Ungheria” – ha poi concluso Sergio.

Per rimanere sempre aggiornati sul mondo della Formula 1, seguiteci sui nostri social!

Topics
Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button