Formula 1Gran Premio Stati Uniti

GP Stati Uniti, Leclerc: “Soddisfatto e deluso allo stesso tempo”

Il monegasco è stato protagonista di una brillante rimonta che lo ha portato fino sul podio

Ci aveva sperato Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari, scattato dalla dodicesima posizione della griglia di partenza per aver montato la sesta power unit della stagione sulla sua monoposto, ha chiuso il GP degli Stati Uniti in terza posizione

Il monegasco fin dai primi metri dopo il via della corsa si è trovato da solo a dover tenere alti i colori della Ferrari a causa dell’uscita di Sainz, proprio nel primo giro.
Leclerc, che è riuscito a sfruttare il pit stop in regime di safety car, al 18esimo giro del GP degli Stati Uniti, per l’uscita di pista di Valtteri Bottas, si è reso protagonista di due bellissime lotte in pista, la prima con Perez e poi, proprio con Max Verstappen.

È stata una gara tra le più dure corse in questa stagione perché oltre alle elevate forza G delle quali ho sofferto in staccata, quando ti vengono a mancare le gomme è ancora più difficile. Ma è stata una bella corsa – ha raccontato a caldo il pilota della Ferrari – C’è stata una lotta interessante prima con Perez e poi con Verstappen. Ma dettò ciò, dobbiamo continuare a lavorare per riuscire a dare alla Red Bull maggiore filo da torcere sul finale di gara”.

Bicchiere mezzo pieno per Leclerc

Risalito brillantemente da metà classifica, Leclerc ha chiuso il GP degli Stati Uniti alle spalle di Verstappen e Hamilton, protagonisti proprio nel finale della corsa. Grazie al risultato odierno, il monegasco torna a occupare la seconda posizione nel Mondiale piloti, davanti a Sergio Perez. Ma si porta anche a casa il quinto podio consecutivo nelle ultime cinque gare.

Sono soddisfatto per certi versi perché eravamo partiti dalla dodicesima posizione quindi arrivare sul podio è un bel risultato, ma se guardiamo alla gara è un po’ deludente – ha proseguito Leclerc – Avevamo il passo giusto ma abbiamo accusato un po’ troppo degrado sugli pneumatici. Ma il terzo posto, tenendo conto della nostra posizione di partenza, non è così male”.

La Ferrari, uno dei team più amati negli USA

Il legame che unisce gli Stati Uniti d’America e il Motorsport ha lunga tradizione. Ma il popolo a stelle e strisce ha scoperto proprio negli ultimi anni la massima serie automobilistica. La passione per la Formula 1 cresce stagione dopo stagione.

Non sono stati ancora rilasciati i dati ufficiali. Eppure sembrerebbe che al fine settimana ad Austin avrebbero assistito 440 000 spettatori, nuovo record per il Gran Premio degli Stati Uniti d’America. Il precedente primato apparteneva all’edizione del 2021, caratterizzata da una presenza di 400 000 spettatori. E i tifosi della Ferrari sulle tribune non hanno fatto mancare il loro appoggio ai piloti del Cavallino Rampante.
È una fortuna correre per la Ferrari. È bellissimo essere qui, vedere tutti questi tifosi per noi che sventolano indossano le magliette rosse. Dobbiamo continuare a spingere per sperare di vincere le prossime gare“.

La prossima settimana la Formula 1 sarà ancora in scena. Ma questa volta l’impegno si sposterà in Messico, sul tracciato dedicato ai fratelli Rodriguez. La Ferrari spera di fare bene, ma Leclerc non ha regalato grandi chance ai tifosi.
Per il Messico non porteremo in pista alcuna novità ma cercheremo di sfruttare al massimo il pacchetto attuale“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button