Curiosità dalla F1Formula 1

GP Spagna, Madrid al posto di Barcellona?

È El Mundo a portare alla ribalta l’ipotesi di un trasferimento a Madrid del GP Spagna (ma solo nel caso non si rinnovasse con il circuito di Barcellona)

Un dissidio continuo quello tra la capitale spagnola e i catalani, che si ripresenta anche in Formula 1. Al centro? La disputa del GP di Spagna

È dal 1991 che il GP di Spagna in Formula 1 si corre a Barcellona, al Circuit de Barcelona-Catalunya. Ma prima di stabilizzarsi in Catalogna il Circus aveva sperimentato altri tracciati, come quello di Jerez de la Frontera o quello di Jarama. Una consuetudine che negli ultimi due anni è stata minata da alcune voci su un possibile trasferimento. Voci oggi rilanciate proprio da El Mundo.

CONTATTI (PRELIMINARI) GIÀ AVVIATI

Secondo il quotidiano spagnolo Domenicali, nel caso in cui non si raggiungesse un nuovo accordo con il circuito di Barcellona, starebbe puntando a Madrid. Non al vicino tracciato di Jarama, dove si è corso a intervalli dal 1967 al 1981, bensì proprio a correre tra le strade della capitale. Questo anche perché la vecchia pista è caduta in disuso, e il suo ripristino richiederebbe lavori (troppo) importanti. A cui si aggiunge il fatto che ormai ha decisamente perso appeal.

È l’attuale sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, ad ammettere apertamente che ci sono già stati una serie di contatti, principalmente tramite Ifema Madrid (un consorzio istituito dalla comunità e dalla città di Madrid per la realizzazione di eventi). Potremmo parlare di un vero e proprio sondaggio da parte della Formula 1. D’altronde il rinnovo solo annuale del Circuit lo impone, anche solo per non farsi trovare impreparati nel caso poi le negoziazioni non andassero nel verso giusto.

Si deve tener conto anche dell’ottima rappresentanza della Spagna nella massima categoria. C’è il solito Fernando Alonso sì, ma anche un arrembante Carlos Sainz, che fin dall’inizio della stagione sta dimostrando di valere quel sedile in Ferrari – riuscendo pure a conquistare il secondo gradino del podio a Monaco. Una situazione sportiva ed economica che obbliga il Circus a non privarsi di un GP nella penisola iberica.

 

 

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.