Curiosità dalla F1Formula 1

L’Alfa Romeo Racing e la livrea speciale per i 111 anni

Per festeggiare un’occasione importante bisogna prepararsi come si deve, e la scuderia svizzera renderà omaggio al marchio italiano con un nuovo vestito per le sue C41

I 111 anni non sono mica un traguardo trascurabile. Per questo in Austria le monoposto di Raikkonen e Giovinazzi avranno un aspetto molto speciale

Nel mondo della Formula 1 nessuno può negare il grande valore che il marchio Alfa Romeo ha portato nella massima categoria del Motorspot su quattro ruote. Targandone i primi emozionanti successi. Tornata in Formula 1 nel 2018 prima come sponsor della Sauber, per poi assumere nel 2019 il nome del team come Alfa Romeo Racing, la storia di questo marchio è parte preziosa dei 71 anni della massima formula.

Il 24 giugno scorso l’Alfa Romeo ha compiuto ben 111 anni, e per festeggiare questo onorevole traguardo il team ha rivelato che per il GP di Stiria porterà un logo modificato ad hoc per questa speciale occasione: “La croce è deformata in una sequenza di figure del numero uno, sviluppandosi in una prospettiva tale da rappresentare il passare del tempo e dando una svolta dinamica al numero 111“, ha spiegato la squadra. Sul muso anteriore ci sarà anche un segno speciale che ricorda il trilobo, una forma che può essere trovata sulle griglie della loro gamma di vetture stradali

LE DIFFICOLTÀ DELL’ALFA ROMEO RACING E LE SPERANZE PER IL FUTURO

L’Alfa Romeo Racing ha raccolto soltanto due punti finora nella stagione 2021, conquistati uno a testa dai due piloti del team, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Al Gran Premio disputato in Francia la scuderia ha riscontrato non pochi problemi. Con entrambe le monoposto fuori dalla zona punti: “Non sono stati molti giorni, solo tre. Ma capiamo che di sicuro le condizioni di domenica al Paul Ricard erano completamente diverse da quelle che abbiamo avuto venerdì“, ha spiegato Giovinazzi.

Il team è ancora convinto di poter riuscire a lottare più costantemente per la zona punti nel corso delle prossime gare. In particolare, credono che il Red Bull Ring possa essere più adatto alla C41 rispetto al circuito francese: “La pioggia della mattina, più le raffiche in gara, non è stata facile. Soprattutto per la nostra macchina, forse. Ma ora vedremo qui. Abbiamo condizioni diverse, e non sappiamo se pioverà o la pista sarà asciutta. Speriamo che questa pista possa essere migliore per noi“.

Alessia Verde

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio