Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, Leclerc: “Speriamo in una doppietta, e per questo daremo tutto”

In Catalogna il monegasco conquista la quarta partenza dal palo in stagione. La migliore sulla carta, ma, come ha ricordato lui stesso, la Red Bull dell’olandese gli starà alle calcagna quindi occhio alla gestione gomme

Prima l’errore e poi il gran compiacimento per la pole conquistata al GP di Spagna grazie anche ad una “una macchina fantastica”. Ma Charles Leclerc non si accontenta qui e punta già a domani.

Al Circuit de Catalunya di Barcellona è stato un sabato decisamente caliente e non solo per le temperature oltre i trenta gradi. La lotta per la pole ha infuocato il pubblico catalano che ha assistito ad un giro superlativo di Charles Leclerc che gli è valso la partenza dal palo nel GP di Spagna programmato per domani alle 15.00. Sceso dalla sua F1-75 il classe ’97 non ha nascosto la sua soddisfazione per la performance, tenendo ad ogni modo i piedi per terra viste come sono andate le cose a Miami.

“Mi sento bene. È stata una sessione difficile, specialmente nel Q3 per via dell’errore che ho commesso nel mio primo tentativo. Così ho avuto una sola altra occasione ma è andata bene. Ho avuto qualche piccolo spavento, però alla fine sono riuscito a fare tutto alla perfezione. Sono molto contento della pole position, e la macchina è stata fantastica, il primo commento del monegasco.

NEI SOGNI UNA DOPPIETTA, SARÀ CRUCIALE LA GESTIONE

“Sono in una posizione di partenza forte per vincere il GP. Ma nelle ultime due gare disputate abbiamo faticato con le gomme rispetto alla Red Bull, e Max ci sarà appena alle spalle. Se non riusciremo a gestire bene gli pneumatici perderemo, quindi dobbiamo capire la situazione cercando di fare un buon lavoro con la loro gestione.

Concludendo con: Speriamo di poter fare una doppietta con Carlos. Sarebbe grandioso per la squadra, e sicuramente daremo il tutto per tutto per raggiungere questo obiettivo”. Per riuscirci lo spagnolo dovrà fare il suo fin dallo spegnimento dei semafori. Mentre c’è da dire però che in casa Red Bull continuano a sorgere piccoli problemi con cui fare i conti, proprio come quello notato sulla monoposto di Max Verstappen  nel momento più decisivo delle qualifiche.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button