Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, FP3: Leclerc di un soffio davanti a Verstappen

Il resoconto della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna, sesto appuntamento del Mondiale 2022

Leclerc conquista il miglior tempo anche nella terza sessione di prove libere, ma Verstappen si avvicina. Arrivano conferme dalla Mercedes, al terzo e quarto posto con Russell ed Hamilton

Tanti i temi all’ordine di giorno per le FP3 del GP di Spagna. Ferrari, che ieri ha ottenuto le migliori prestazioni, ha bisogno di risolvere i problemi di usura gomme visti nel long run. D’altro canto, Red Bull, ha il problema opposto: velocissimi sul passo gara, ma poco incisivi sul giro secco. E poi Mercedes, pronta a recitare il ruolo di terzo incomodo. Il team di Brackley è a caccia di conferme per capire se con i tanti aggiornamenti portati al Montmelò potrà finalmente inserirsi nella lotta per le prime posizioni.

La pista si conferma molto calda e ostica per gli pneumatici. Per la prima volta rispetto a quanto avevamo visto nel resto delle gare, la gomma Soft sembra in grado di garantire un solo colpo. Venendo ai tempi, in simulazione qualifica, Leclerc si è confermato al top. Ma il margine è molto risicato. Il ferrarista è seguito, a meno di due decimi e mezzo dal tridente composto da Verstappen, Russell ed Hamilton. Un filino più indietro, i due scudieri, Sainz e Perez, a completare la Top 6.

Il terzo settore (che costituisce un importante banco di prova per quello che vedremo settimana prossima a Montecarlo) ha visto una Ferrari molto stabile al posteriore.  Stesso discorso per Red Bull, sempre precisa in ingresso curva. Leggermente più nervosa Mercedes, soprattutto sul retrotreno. Nel midfield hanno impressionato Kevin Magnussen, Sebastian Vettel, Valtteri Bottas e Fernando Alonso. Questi i favoriti per andare ad acciuffare un posto in Q3.

Sessione sfortunata per Pierre Gasly (problemi di potenza) e Mick Schumacher (fermato da una noia all’impianto frenante, con le fiamme a fuoriuscire nella zona della posteriore destra. Poche indicazioni per quanto riguarda il long run. I team hanno effettuato qualche passaggio in questa configurazione soltanto negli ultimi 10 minuti, troppo pochi per “ammirare” l’incidenza dell’usura gomme vista ieri pomeriggio.

 

 

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button