Formula 1Gran Premio Spagna

Ferrari rompe il coprifuoco: nuovo telaio per Sainz

Il Cavallino non dorme per sistemare la propria F1-75 dal numero 55: problemi al sistema di alimentazione e nuova scocca

Lavori fino a tarda notte per la Ferrari: infranto il coprifuoco a favore di una sostituzione del telaio di Sainz

Ancora prima dell’inizio della seconda giornata del fine settimana Barcellonese, arriva la nota FIA su quanto successo durante la notte. Violato il coprifuoco da parte della Ferrari per sistemare la monoposto numero 55 di Carlos Sainz a seguito di un problema all’impianto di alimentazione, dunque sostituito il telaio. Questa infrazione non comporta alcuna sanzione per la scuderia di Maranello; inoltre la federazione fa sapere come l’obbligo non sia stato rispettato nemmeno da Mclaren e Williams.

Come già detto, quest’infrazione non porta ad alcuna penalità: ciascuna scuderia ha la possibilità di lavorare fino a tarda notte per due volte durante il corso della stagione. Rispetto alla gara invece non c’è discussione su possibili sanzioni, non essendo ancora in vigore il regime di parco chiuso.

Cosa significa cambiare il telaio?

Il cambio di telaio è più complicato di quanto si pensi, essendoci, all’interno della scocca, tutti i cablaggi. Le riparazioni del sistema elettrico spesso non sono semplici. Gran parte dell’impianto è incluso nel serbatoio del carburante e quindi l’intera vettura deve essere smontata per accedere al serbatoio, una manovra lunga e complicata. La soluzione migliore, dunque, è la sostituzione del telaio, pur mantenendo motore e cambio originali. Oltre a Sainz, anche Norris monterà un telaio nuovo dalle FP3 in poi. Più evidente è il cambio di Aston Martin, che ha infranto il coprifuoco giovedì, con le pance di chiara ispirazione Red Bull.

Tornando al problema che ha costretto il cavallino alla sostituzione del telaio, ricordiamo che i guasti al sistema di alimentazione sono stati un problema per la Red Bull nei Gran Premi di apertura della stagione. Entrambe le vetture si sono ritirate in Bahrain e per Verstappen la cosa si è ripetuta in Australia, dove è stato costretto nuovamente a ritirarsi.

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio