Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, FP2: Hamilton risponde a Bottas

Nella sessione pomeridiana di prove libere Hamilton ha fatto segnare il miglior tempo, precedendo il compagno di squadra

A Barcellona Lewis Hamilton è stato il più rapido nelle FP2, precedendo Valtteri Bottas e Charles Leclerc

C’è Lewis Hamilton davanti a tutti nel secondo turno di prove libere del GP di Spagna sul circuito di Montmelò. La Mercedes ha fin qui confermato i progressi mostrati a Portimao, e a dimostrarlo c’è la seconda posizione di Valtteri Bottas, apparso in buona forma e non troppo distante dal compagno di squadra. A dividere i due infatti soltanto un decimo.

Situazione molto equilibrata come sempre nel midfield, dove spiccano Ferrari, Alpine ed AlphaTauri. I due piloti del Cavallino sono stati molto convincenti, ma in momenti diversi della sessione: meglio Leclerc quando c’è stato da provare la qualifica, meglio Sainz come continuità sulla simulazione del passo gara. Fa ben sperare per la Rossa la buona competitività mostrata nell’ultimo settore, storicamente un tallone d’Achille per le vetture di Maranello.

Buonissimi segnali arrivano anche da Fernando Alonso, che ha martellato un ottimo ritmo su gomma Soft a confermare i progressi di Alpine, e dalla coppia Gasly-Tsunoda. Con il giovane giapponese che, nel primo e nel secondo settore, aveva dei tempi vicinissimi alle posizioni di vertice.

IN OMBRA RED BULL E MCLAREN

Parecchio attardate invece le due Red Bull, che stazionano nelle ultime posizioni della Top 10. Max Verstappen non è riuscito a portare a termine il suo giro a causa del traffico, e anche Sergio Perez non è stato troppo brillante. Un venerdì quindi abbastanza in ombra per il team anglo-austriaco, che però si aspetta comunque di essere molto competitivo.

Un’altra delusione di giornata è la McLaren, che però già ad Imola e Portogallo ci ha abituato a sessioni di prove libere abbastanza interlocutorie prima di esprimere tutto il proprio potenziale quando è ora di fare sul serio. Tempi e sensazioni da prendere dunque con le pinze, anche perchè risulta difficile immaginare che il team di Woking in soli 7 giorni sia passato dall’essere stabilmente terza forza al lottare con le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.