2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Singapore

GP Singapore, Leclerc: “È stato tutto fantastico!”

Il giovane pilota di Maranello è rimasto incredulo dopo aver firmato la terza pole position, ma rimane concentrato e focalizzato sull’importante gara di domani

Spa, Monza e ora anche Singapore: per il novellino della Ferrari si è trattato dell’ennesima magia, che ha entusiasmato team e tifosi.

Un’altra pole position. Al suo esordio in Ferrari, Charles Leclerc sta collezionando risultati più che soddisfacenti. Dopo i problemi e le difficoltà incontrate nella prima parte del Mondiale, il monegasco ha firmato a Singapore la sua terza pole position consecutiva.

Un’emozione indescrivibile, come può ben testimoniare il suo team radio a qualifica conclusa. E un’emozione che, sicuramente, ha infuso al giovanissimo pilota una carica e un’adrenalina fondamentali in vista della gara di domani.

La sorpresa di Leclerc

Fin dalla vigilia di questo Gran Premio, tanto Leclerc quanto la scuderia avevano dichiarato di essere pronti ad affrontare le insidie del circuito. Per il team di Maranello non si è mai trattato di una pista semplice, ma oggi c’erano tutte le carte in regola per fare qualcosa di eccezionale.

Arrivando a Singapore sapevamo che ci dovevamo aspettare un weekend complicato. […] Sapevo però che c’era del potenziale da tirare fuori e così mi sono concentrato sul miglioramento che dovevo fare su me stesso per avere una giornata migliore al sabato”.

Leclerc non aveva ancora accarezzato l’idea di conquistare la pole position anche questo sabato. Ma il giusto mix tra talento, attenzione e concentrazione l’hanno reso possibile.

La pole position sembrava fuori portata, ma questa mattina la SF90 è cresciuta molto e io mi sono sentito immediatamente a mio agio, segno che il lavoro fatto da tutto il team, compresi i ragazzi a Maranello, è stato grandioso”.

Parola d’ordine per la gara: concentrazione

La sorpresa del monegasco è dipesa anche e soprattutto dal giro compiuto per agguantarla. Leclerc ha dichiarato infatti di aver commesso diversi piccoli errori, rischiando addirittura di andare più volte a muro.

Fortunatamente, tutto questo non ha compromesso il suo giro e Leclerc è riuscito a soffiare la prima posizione a una delle due Mercedes. Una soddisfazione non da poco, anche se il monegasco rimane con i piedi per terra per affrontare la gara di domani.

Il giro che è valso la prima posizione sullo schieramento è stato tutt’altro che perfetto: sono andato forte ma ho commesso dei piccoli errori e più di una volta ho rischiato di toccare il muro. Detto questo, è un risultato fantastico: ora devo rimanere concentrato, perché qui è molto difficile superare e la partenza sarà il momento chiave. Speriamo di divertirci”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e laureanda in Web Marketing & Digital Communication. Sogno un futuro nel mondo dell'automotive, a stretto contatto con quella che è in assoluto la mia passione più grande. Sono decisa, determinata, curiosa: amo imparare e sono sempre alla ricerca di nuove sfide. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close