2019Formula 1Gran Premio Singapore

GP Singapore 2019, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

La Formula 1 arriva in oriente ed a Marina Bay per la 15° prova del Mondiale 2019. Ecco il nostro anteprima con gli orari tv, il meteo atteso

Salutata Monza e l’Europa, la Formula 1 si sposta a Singapore per la 15° prova del Mondiale 2019

Formula 1 Singapore Airlines Singapore GP 2019, round 15Dopo averci concesso un weekend di pausa, il Campionato del Mondo 2019 si appresta a vivere le ultime tappe di questa stagione. Dopo aver salutato l’Europa, la Formula 1 si appresta a raggiungere in queste ore Singapore e Marina Bay, dove nel weekend (dal 20 al 22 settembre) si terrà la 15° prova di questa stagione che non manca di regalarci sorprese e colpi di scena ad ogni tappa finora disputate e sicuramente ce ne riserverà altrettante fino all’ultima gara. 

Ci siamo lasciati alle spalle, il GP Italia, conclusasi con la vittoria di Charles Leclerc e della Ferrari, salito sul podio al termine di un’accesa sfida in pista, davanti alle due Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton.

GP Singapore anteprima
Credits: @Mercedes-AMG F1 Twitter

Seconda vittoria stagionale consecutiva per il pilota monegasco e la Rossa, che ora si apprestano ad affrontare il tortuoso ed insidioso tracciato di Marina Bay, che sulla carta sembra non essere adatta alle caratteristiche della SF90, ma essendo oltrettutto un circuito cittadino, tutto può succedere. Sicuramente sarà chiamato ad un pronto e veloce riscatto Sebastian Vettel, reduce da un difficile GP Italia e da una stagione altrettanto complicata e priva di risultati più soddisfacenti, vorrà presentarsi al meglio e provarci. Chiaramente i due della Mercedes, reduci da due Gran Premi privi di vittorie, proveranno qui a salire sul gradino più alto del podio e proseguire sempre di più la loro cavalcata verso la conquista dei Titoli mondiali 2019.

A Marina Bay, sarà interessante vedere come si comporterà la Red Bull, le cui caratteristiche sembrano adattarsi a queste tipologie di circuiti, e se le cose funzioneranno bene fin da venerdì, sicuramente proveranno ad insidiare le Frecce d’Argento e lottare per il podio e vittoria, chissà con Max Verstappen. Occhi puntati per Alexander Albon, il giovane pilota della Red Bull, che di sicuro troverà molti tifosi provenienti dalla Thailandia.

Marina Bay Circuit

GP Singapore anteprima
Credits: @Red Bull Racing Twitter

Il Singapore Street Circuit, meglio conosciuto come Marina Bay Street Circuit, è un circuito non permanente situato nella località di Marina Bay. È una pista realizzata e progettata da Hermann Tilke, che attraversa le zone più belle e suggestive della città, più o meno come avviene a Montecarlo, snodandosi lungo le strade vicino al porto.

La Formula 1 torna anche quest’anno a Singapore, per disputare un evento unico ed inedito, in quanto è stata la prima corsa ad essere stata disputata interamente in notturna. Una novità voluta e pensata per offrire uno scenario nuovo, ed allo stesso tempo per permettere al pubblico europeo di poterlo seguire, per via del fuso orario.

Il tracciato è lungo 5,073 km, composto da 23 curve, di cui 13 a sinistra e 10 a destra, è uno dei più scenici del Campionato, ed è stato creato sfruttando le strade adibite al traffico cittadino. Nato nel 2008, il manto stradale è caratterizzato da sconnessioni, perché usato dal traffico cittadino, quando non corre la Formula 1 ed altri sport motoristici. Per poter permettere il gran premio in notturna, è stato realizzato un impianto di illuminazione dalla ditta italiana Valerio Maioli S.p.A. di Ravenna, che consuma 3 volte meno dell’impianto di Abu Dhabi. Le strutture sono rimovibili entro 5 settimane grazie ad un team di circa 30 addetti.

GP Singapore anteprima
Credits: @Scuderia Ferrari Twitter

Nel corso degli anni, la pista ha subito delle piccole modifiche, in seguito ai suggerimenti, indicazioni e lamentele dei piloti che hanno corso ad ogni edizione. La più importante, fu fatta nel 2013 con la rimozione della chicane 10 (Singapore Sting), sostituita da una semplice curva verso sinistra. Furono sostituiti i cordoli pericolosi in uscita dalle varie curve, che spesso causavano dei testacoda. Il numero di giri da percorrere sono 61, in senso antiorario, per una distanza di circa 309,453 km.

Si tratta di un tracciato tecnicamente severo dal punto di vista dei freni. La frenata più importante è quella dopo il rettilineo, con una decelerazione di circa 220 km/h da effettuare in poco più di 132 metri, e per i piloti è dura, in quanto nell’azionare il pedale del freno si troveranno un peso di circa 155 kg causati dalla decelerazione. Sul piano motoristico, la pista non richiede particolari sforzi rispetto a Monza e Spa.

La scelta delle gomme Pirelli e le previsioni meteo

Per il GP Singapore 2019, Pirelli, ha scelto i tre compound più teneri della gamma 2019: C3 (hard), C4 (medium) e C5 (soft). Una scelta vista negli altri circuiti cittadini presenti in calendario, anche se l’unica differenza qui, è l’attività in pista si svolge pressoché in notturna, quindi con temperature diverse, un’evoluzione del tracciato diversa rispetto a quanto accade nelle corse disputate alla luce del Sole. Inoltre, altro fattore che potrà incidere sulla prestazione delle monoposto e quindi degli pneumatici, è rappresentato dalla fortissima umidità tipica di quelle parti, che mette a dura prova fisica anche i piloti.

Lo scorso anno, Lewis Hamilton è riuscito a vincere il Gran Premio, con una strategia ad una sola sosta. Dopo essere partito con le hypersoft, all’unico pit stop optò per le soft. Il Marina Bay Circuit, essendo cittadino è caratterizzato da muretti molto vicini alla pista, quindi un minimo errore può costare caro e non sarà difficile non vedere la Safety Car in azione. Una corsa imprevedibile che può rivelarsi utile al livello strategico.

Le previsioni meteo per il GP Singapore, indicano tempo sereno, nonostante la fitta foschia presente a causa degli incendi boschivi che stanno interessando l’Indonesia e che ha alzato il livello di inquinamento dell’aria, che però non dovrebbe intaccare il regolare svolgimento del weekend di gara.

Cielo sereno e temperature attese sui 30°C per venerdì quando si svolgeranno le prove libere 1 e 2, mentre per sabato, saranno attese qualche nuvola e 29°C in occasione delle prove libere 3, così come per le qualifiche con 27°C. Stesse condizioni previste per la gara in programma domenica.

Programma e orari Tv del weekend

Nel weekend torna il GP Singapore, 15° prova del Mondiale 2019, dove è attesa una nuova sfida tra i principali protagonisti, piloti e team per la vittoria ed un risultato migliore. La tappa asiatica, sarà trasmessa in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre TV8 torna a trasmettere in differita solo qualifiche e gara. Domenica, ci saremo anche noi con il Live streaming di F1world.it.

Qui in dettaglio gli orari italiani (c’è il fuso orario) per seguire il GP Singapore:

Venerdì 20 Settembre 2019 

ore 10:30-12:00: Prove Libere 1 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

ore 14:30-16:00: Prove Libere 2 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

Sabato 21 Settembre 2019

ore 12:00-13:00: Prove Libere 3 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

dalle 15:00 alle 16:00: Qualifiche (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle ore 18:00)

Domenica 22 Settembre 2019

dalle 14:10: Gara (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle ore 18:00)

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close