DichiarazioniFormula 1Gran Premio Sakhir

GP Sakhir, la conferenza stampa dei team del midfield

I piloti delle scuderie del cosiddetto “midfield” hanno risposto alle domande dei giornalisti nella consueta conferenza. Grande emozione per Pietro Fittipaldi e Jack Aitken

Con il Gran Premio di Sakhir la Formula 1 è giunta al penultimo appuntamento di questo travagliato 2020

Come la scorsa settimana, i piloti affronteranno il Bahrain International Circuit. Per la prima volta, però, il calendario ha visto l’inserimento del GP di Sakhir, a causa delle difficoltà dovute alla pandemia di coronavirus. Il layout del circuito sarà molto diverso rispetto alla versione tradizionale, con tempi che, secondo le simulazioni, resteranno sotto il minuto.

MCLAREN

Grande entusiasmo in casa McLaren. Il team di Woking affronterà il Gran Premio di Sakhir forte degli ottimi risultati di domenica scorsa, quarto e quinto posto, che hanno permesso alla scuderia di consolidare il terzo posto nella classifica costruttori. Lando Norris conosce George Russell meglio di chiunque altro. Prima del debutto dell’amico in Mercedes, Norris ha affermato che Russell ha il talento necessario per ottenere pole e vittoria nella sua prima gara con la migliore vettura del paddock. “Gli ho inviato un messaggio la sera prima che fosse annunciato congratulandomi con lui, anche se la notizia non era stata confermata. L’ho ricontattato il giorno successivo. Ovviamente siamo buoni amici, andiamo molto d’accordo, ed è bello vedere uno dei tuoi migliori amici salire così in alto”.

RACING POINT

Nel secondo round in Bahrain la Racing Point dovrà rialzarsi dopo la deludente gara di domenica scorsa. L’incidente di Lance Stroll e il guasto alla power unit di Sergio Perez hanno bloccato l’avanzata in classifica della futura scuderia portacolori dell’Aston Martin. “L’obiettivo per il fine settimana è quello di conquistare i punti che abbiamo perso nell’ultima gara in Bahrain”, ha affermato il pilota messicano. “È un circuito emozionante e con queste vetture dovremmo impiegare meno di un minuto per completare un giro. Non c’è molto da ricordare. In generale penso che la gara sarà divertente e non vedo l’ora di scendere in pista”.

RENAULT

Anche la Renault, che domenica scorsa ha agguantato la settimana e la nona posizione, cercherà di assaltare il terzo posto della classifica costruttori. “Alla fine non è stato un risultato terribile, ma dobbiamo rimanere concentrati… ci siamo sentiti come se non avessimo ottenuto risultati. Cercheremo di non fare affidamento sulla sfortuna degli altri, per questo fine settimana”, ha detto Daniel Ricciardo.

ALPHATAURI

Il Gran Premio del Bahrain ha mostrato tutta la lucidità di Pierre Gasly, che ha chiuso la gara al sesto posto dopo aver gestito al meglio gli pneumatici. Daniil Kvyat, il pilota russo del team di Faenza, è rimasto molto colpito dal contatto che ha portato all’incidente del pilota francese della Haas. A rivelarlo è stato Franz Tost. “Sono andato da lui perché era scioccato da tutto quello che stava succedendo”, ha raccontato il dirigente austriaco. “Ci siamo concentrati abbastanza sulla seconda partenza e gli ho ripetuto che quanto successo non era assolutamente colpa sua. Inoltre, fortunatamente, Grosjean era uscito tutto intero dal rogo, lo ha potuto vedere anche lui, e questo ha fatto sì che potesse concentrarsi meglio sulla gara”.

ALFA ROMEO

L’Alfa Romeo dovrà cercare di fare meglio di domenica scorsa, dove le monoposto del Biscione non sono andate oltre la quindicesima posizione. Kimi Raikkonen, alla luce dei nuovi arrivi del paddock, è intervenuto col suo solito stile: “Non so esattamente chi correrà e con quale team, ma sono certo che hanno già fatto dei test in passato, girato al simulatore, guidato in Formula 2. Penso che per loro sarà tutto normale anche se eccitante”.

Raikkonen ha rivolto un pensiero anche a Romain Grosjean: “Non ho mai visto nulla di simile nella mia carriera. Ovviamente ogni incidente è differente ed il fuoco lo ha fatto sembrare più grave di quanto in realtà sia stato. Non siamo più abituati a vedere queste scene. È stato molto brutto, ma fortunatamente ne è uscito praticamente illeso ed è questo quello che conta”.

HAAS

La Haas ha dato il benvenuto al giovane Pietro Fittipaldi, chiamato da Gunther Steiner a sostituire Grosjean, in via di guarigione dopo lo spaventoso incidente di domenica scorsa. “Non guido per la squadra migliore, ma per me è un gruppo di persone straordinario”, ha detto il giovane pilota brasiliano. “Penso che il gruppo di persone che abbiamo in Haas mi abbia aiutato molto, gli ingegneri e i meccanici li conosco da due anni”. “Anche Kevin e Romain sono stati molto disponibili, perché sanno che è la mia prima gara e sarà difficile come tutte le cose in Formula 1”.

WILLIAMS

Grande entusiasmo in casa Williams dove Jack Aitken debutterà nella massima serie per sostituire George Russell. Il giovane pilota non si aspettava di fare il suo debutto in Formula 1 quest’anno, ma adesso che è arrivata l’opportunità, il pilota di riserva Williams si dice pronto a cogliere l’occasione e a impressionare la dirigenza. “Mi avvicinerò al weekend come faccio sempre, non sto pensando troppo al futuro in questa fase, sto solo affrontando ciò che ci aspetta questo fine settimana. Penso di avere tutto ciò di cui ho bisogno per fare un ottimo lavoro e ora mi concentrerò solo su questo”.

Amedeo Barbagallo

Catania, 2001. Studio Filosofia e curo un Blog. Collaboro con F1world. Sono l'autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo", Santelli Editore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.