Formula 1Gran Premio Qatar

GP Qatar, l’ordine d’arrivo: Hamilton di nuovo a segno

L’inglese ha preceduto sul traguardo Verstappen e un fantastico Alonso, capace di tornare sul podio dopo sette anni

A Losail il sette volte campione del mondo si è imposto autorevolmente sul rivale. Terzo Alonso, lontane le Ferrari in settima e ottava posizione

Dopo la pioggia di penalità che ha investito la griglia di partenza a meno di due ore dal via, il GP del Qatar ha regalato agli appassionati una corsa vivace. La vittoria è andata a Lewis Hamilton, scattato dalla pole position e sempre in controllo della gara. Alle sue spalle ha concluso Max Verstappen, bravo a raggiungere in appena quattro giri la seconda posizione dopo essere scattato dalla settima piazzola. L’olandese ha spinto forte per tutta la corsa, tenendo Hamilton sotto pressione costante e siglando il giro più veloce. Terzo nell’ordine d’arrivo troviamo un grande Fernando Alonso, capace di chiudere il Gran Premio con una sola sosta.

AI PIEDI DEL PODIO UN VOLITIVO PÉREZ, LONTANE LE DUE FERRARI

Nel finale il pilota spagnolo è riuscito con una splendida gestione degli pneumatici a tenere a debita distanza Pérez, autore di una gara tutta all’attacco. Quinto ha chiuso Ocon, completando una grande giornata per l’Alpine. Alle spalle di un ottimo Stroll, sesto al traguardo, ecco le Ferrari di Sainz e Leclerc, staccate di oltre ottanta secondi dal vincitore. Nono posto finale per Lando Norris, rimasto vicino ad Alonso fino a che una foratura non lo ha costretto ad una sosta supplementare. A chiudere la top ten troviamo Vettel, capace di rimontare dopo la pessima partenza che lo ha visto scivolare in diciassettesima posizione.

Gara di sofferenza per Gasly, scattato dalla prima fila ma in netta difficoltà sul passo gara: undicesimo posto per lui sotto la bandiera a scacchi. È stata una domenica avara di soddisfazioni anche per Ricciardo, dodicesimo, e Tsunoda, tredicesimo al traguardo. Allo stesso modo, McLaren e Alpha Tauri hanno perso punti importanti nel campionato costruttori dalle rispettive rivali, Ferrari e Alpine. L’ordine d’arrivo del Qatar è stato completato da Räikkönen, Giovinazzi, Schumacher, Russell e Mazepin. Il britannico della Williams ha dovuto fare i conti con una foratura, al pari di Latifi e Bottas che hanno pagato con il ritiro dalla gara.

L’ORDINE D’ARRIVO DEL GP DEL QATAR

    1. Lewis Hamilton 1:24:28.471
    2. Max Verstappen +25.743
    3. Fernando Alonso +59.457
    4. Sergio Pérez +62.306
    5. Esteban Ocon +80.570
    6. Lance Stroll +81.274
    7. Carlos Sainz +81.911
    8. Charles Leclerc +83.126
    9. Lando Norris +1 giro
    10. Sebastian Vettel +1 giro
    11. Pierre Gasly +1 giro
    12. Daniel Ricciardo +1 giro
    13. Yuki Tsunoda +1 giro
    14. Kimi Räikkönen +1 giro
    15. Antonio Giovinazzi +1 giro
    16. Mick Schumacher +1 giro
    17. George Russell +2 giri
    18. Nikita Mazepin +2 giri

Ritirati: Nicholas Latifi, Valtteri Bottas

Alessandro Bargiacchi

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.