Formula 1Gran Premio Olanda

GP Olanda, Perez: “Puntavo alla sesta posizione”

Grande rimonta per il messicano della Red Bull, che conclude la gara a Zandvoort in ottava posizione

Partito dalla pit lane dopo una deludente qualifica, Sergio Perez riesce a tagliare il traguardo in top 10 e porta punti alla sua scuderia

Si sa, Sergio Perez è il re delle rimonte. Specialmente quando parte dall’ultima posizione. Poco meno di un anno fa, infatti, vinceva il Gran Premio di Sakhir dopo essere finito in fondo al gruppo. E oggi è riuscito a rimediare al clamoroso errore, derivato forse anche da un po’ di sfortuna o poca attenzione da parte del suo team, avvenuto durante le qualifiche di ieri pomeriggio. Durante le quali non è stato capace di portare la sua Red Bull oltre al Q1. Ma per il GP d’Olanda, Perez ci ha riservato un’altra delle sue eccellenti performance.

 

Qualificatosi sedicesimo, ma partito dalla pit lane a seguito della decisione presa da Horner di cambiare alcune parti del motore, è riuscito a classificarsi in ottava posizione. E la sua brillante prestazione sorprende anche il pubblico da casa, che decide di votarlo pilota di giornataHo dato tutto me stesso. Ogni sorpasso era al limite e ho dovuto prendere un sacco di rischi. Oggi è stato tutto finalizzato a limitare i danni, poiché sono partito dalla pit lane dopo aver preso la penalità per il cambio al motore“.

PEREZ: “AL GP D’OLANDA LA SESTA POSIZIONE ERA POSSIBILE”

Perez ha dichiarato di non essere soddisfatto del risultato ottenuto al GP d’Olanda, in quanto se non ci fosse stato il contatto con la McLaren di Norris probabilmente sarebbe potuto arrivare più in alto: “E’ stato un po’ un peccato alla fine quando io e Norris ci siamo toccati, ho avuto dei danni sul lato destro della macchina. Penso che sia stato soltanto un incidente di gara poiché non avevamo abbastanza spazio e non penso lui abbia potuto vedermi. Da quel punto ho perso molto grip. Se non fosse stato per questo, penso che la sesta posizione fosse nei piani. Avrei voluto poter dare di più ai fan olandesi. Sono stati fantastici per tutto il weekend. Da ora in poi dobbiamo solo guardare avanti e cercare di tornare più forti a Monza“.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.