Formula 1Gran Premio Olanda

GP Olanda, Mercedes: “Più vicini ai nostri avversari”

La scia positiva della scuderia tedesca è proseguita anche nelle prove libere 2, dominate dalla Ferrari

In casa Mercedes le sensazioni sono positive dopo le prime sessioni di prove libere del GP Olanda

La speranza di tutti è che la W13 di Hamilton e Russell possa dare la sua zampata a sorpresa, come è già successo in Ungheria. Infatti, in assoluto, il fine settimana trascorso all’Hungaroring è stato quello più fruttuoso per la Mercedes che, sulla tortuosa pista di Zandvoort è pronta a dare battaglia a Red Bull e Ferrari.

In Belgio, a causa dei lunghi rettilinei della pista di Spa, la scuderia tedesca, esattamente come tutti gli altri, non ha potuto fare niente per contrastare il dominio della Red Bull e di Max Verstappen, ma nel GP di Olanda le forze potrebbero tornare a riequilibrarsi.

Il weekend del GP Olanda è cominciato nel migliore dei modi

Nella prima sessione di prove libere a Zandvoort la Mercedes di George Russell è stata la monoposto più veloce, seguita dalla W13 di Lewis Hamilton. Una doppietta inaspettata per il team di Brackley che ha assistito alle difficoltà di Verstappen a causa di alcuni problemi al cambio.

La scia positiva della Mercedes è proseguita anche nelle prove libere 2. Anche se la sessione è stata dominata dalle Ferrari di Leclerc, primo, e Sainz, secondo, Hamilton si è fermato a soli 72 millesimi dal leader mentre Russell è riuscito a entrare nella top 5 dei tempi.

Questo è molto meglio della mia ultima domenica e anche del mio ultimo venerdì. È stato un ottimo inizio di weekend di gara. Il tracciato è molto diverso rispetto a Spa. Anche se non siamo ancora al livello dei nostri avversari e c’è ancora tanto lavoro da fare, la monoposto si sta comportando bene. Non siamo troppo lontani – ha commentato un positivo Hamilton in conferenza stampa – Dobbiamo continuare a spingere e provare a migliorarci. Il tracciato è aggressivo e abbiamo accusato qualche saltellamento di troppo ma se riuscissimo a sistemare alcuni dettagli, sarà interessante vedere cosa potremo combinare domani“.

Zandvoort-Hungaroring: piste simili

La Mercedes sembra essere di in lizza per qualcosa di importante a Zandvoort. Infatti la pista dove si corre il GP di Olanda è un circuito contorto, simile sotto molteplici aspetti all’Hungaroring e particolarmente nelle corde della W13 di Hamilton e Russell.

La monoposto sta andando meglio rispetto a quanto visto la settimana scorsa. Domani potremmo disputare una qualifica davvero serrata. Sappiamo che facciamo più difficoltà sul giro singolo, è il nostro punto debole, ma il nostro ritmo di gara sembra buono. Però, se vuoi lottare con quelli davanti devi partire da una discreta posizione“, ha sottolineato Russell nell’incontro coi media.

Mercedes terzo incomodo?

Sebbene domani, per le qualifiche del GP Olanda, ci si aspetti un cielo sereno e la pole position sarà molto probabilmente un affaire tra Red Bull e Ferrari, la Mercedes ci spera.

In questo venerdì siamo stati più vicini ai nostri avversari rispetto a quanto ci aspettassimo – ha proseguito l’inglese – Quindi, questo ci fa essere positivi per domani. Abbiamo riscontrato sensazioni positive su questo tracciato e il DRS posizionato nell’ultima curva in banking potrebbe essere molto utile per agevolare i sorpassi“, ha concluso.

 

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.