Formula 1Gran Premio Monaco

GP Monaco, una bandiera rossa conclude le concitate qualifiche

Il riassunto di queste emozionanti qualifiche al cardiopalma per le strade del Principato

Le qualifiche a Monaco vengono bruscamente fermate da una bandiera rossa, ma l’eroe di casa già si era assicurato una fantastica pole position

Le qualifiche nel Principato sono sempre spettacolari, ma quest’anno c’è qualcosa in più. C’è il duello tra la Ferrari di Leclerc e la Red Bull di Verstappen. Il primo che gioca in casa, ma che a causa della sfortuna non ha concluso neanche una gara per le strade di Monaco. Il secondo, invece, è il vincitore dell’ultimo Gran Premio monegasco, il Campione del Mondo in carica ed è in testa dell’attuale classifica piloti.

A unirsi al banchetto si uniscono poi Sergio Perez e Carlos Sainz. Il messicano della Red Bull, arrabbiato dopo gli ordini di scuderia dell’ultimo appuntamento, non sembra aver paura a sfidare il compagno di squadra. Mentre il madrileno è in cerca di redenzione dopo le tante delusioni delle ultime gare. Ecco il resoconto di queste qualifiche a Monaco.

UN Q1 CONCITATO

La lotta tra Ferrari e Red Bull infiamma subito: Perez e Verstappen cominciano a dettare il passo, ma le due Rosse non tardano a farsi sentire. Sainz eguaglia al millesimo il miglior tempo di Sergio Perez, mentre Leclerc si migliora a ogni giro. Alla fine i due firmano la doppietta nel Q1. A poco più di due minuti dalla fine, un incidente di Tsunoda – che però riesce illeso a portare la vettura in pit lane – costringe i commissari a mostrare bandiera rossa per pulire il tracciato dai detriti lasciati dall’AlphaTauri.

Quando la sessione riparte, i piloti in top 5 – le due Ferrari, le due Red Bull e George Russell – restano ai box. Il resto della griglia scende in pista. Ma durante il giro di riscaldamento beccano la bandiera a scacchi Pierre Gasly, Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, non potendo così migliorare il proprio tempo. Gli esclusi, a partire dal ventesimo, sono quindi Guanyu Zhou, Nicholas Latifi, Lance Stroll, Pierre Gasly e Alexander Albon. Bottas e Hamilton riescono a salvarsi sul filo, assieme a Schumacher. La top 3 rimane invariata, mentre le due Red Bull vengono sorpassate dai tempi di Esteban Ocon e Lando Norris.

LE DELUSIONI DEL Q2

La seconda sessione di qualifiche procede in modo tranquillo, ma con diversi giri abortiti da parte di vari piloti a causa del traffico o di errori personali. Il primo miglior giro viene segnato da Sergio Perez, ma subito Leclerc si riprende la testa della classifica dei tempi. Irraggiungibile per ora il suo tempo di 1’11″864. Intanto, Hamilton continua ad avere problemi con la sua W13, in particolare con le temperatura del posteriore.

Allo scadere del tempo, gli esclusi a partire dalla quindicesima posizione sono Mick Scumacher, Daniel Ricciardo, Kevin Magnussen, Valtteri Bottas e Yuki Tsunoda. Riescono quindi a qualificarsi per il Q3 le due Alpine, l’Aston Martin di Sebastian Vettel e le due Mercedes. In top 5 figura Lando Norris, alle spalle di Verstappen.

Q3: A MONACO PREVALE CHARLES LECLERC NELLE QUALIFICHE

Charles Leclerc registra nel suo primo tentativo il crono di 1’11″376. Sainz gli è staccato di soli due decimi. Le qualifiche vengono fermate, a soli 30 secondi, da una bandiera rossa, causata da un incidente di Sergio Perez. Colpito poi da Sainz, che non riesce a fermarsi in tempo alle sue spalle. Anche Fernando Alonso va a muro, mentre Verstappen frena giusto in tempo. Così Charles Leclerc conquista per la seconda volta consecutiva la pole position nel Principato. Al suo fianco partirà il compagno di squadra, per una prima fila tutta Ferrari. Alle loro spalle chiude la top 3 la Red Bull di Sergio Perez.

La classifica finale delle qualifiche del GP di Monaco

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 16 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 01:11.376 24
2 55 Spain Carlos Sainz Jr Italy Ferrari 01:11.601 25
3 11 Mexico Sergio Pérez Austria Red Bull 01:11.629 25
4 1 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:11.666 25
5 4 United Kingdom Lando Norris United Kingdom McLaren 01:11.849 27
6 63 United Kingdom George Russell Germany Mercedes 01:12.112 27
7 14 Spain Fernando Alonso France Alpine F1 Team 01:12.247 22
8 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:12.560 29
9 5 Germany Sebastian Vettel United Kingdom Aston Martin 01:12.732 25
10 31 France Esteban Ocon France Alpine F1 Team 01:13.047 22
11 22 Japan Yuki Tsunoda Italy AlphaTauri 01:12.797 20
12 77 Finland Valtteri Bottas Switzerland Alfa Romeo Racing 01:12.909 17
13 20 Denmark Kevin Magnussen United States Haas 01:12.921 20
14 3 Australia Daniel Ricciardo United Kingdom McLaren 01:12.964 21
15 47 Germany Mick Schumacher United States Haas 01:13.081 17
17 10 France Pierre Gasly Italy AlphaTauri 01:13.660 10
18 18 Canada Lance Stroll
United Kingdom Alexander Albon
United Kingdom Aston Martin 01:13.678 11
14
19 6 Canada Nicholas Latifi United Kingdom Williams 01:14.403 13
20 24 China Zhou Guanyu Switzerland Alfa Romeo Racing 01:15.606 9

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.