DichiarazioniFormula 1

Brown: “Ci aspettiamo di più da Ricciardo”

Zak Brown ha ammesso l’esistenza di alcune clausole nel contratto di Ricciardo per poter porre fine in anticipo alla loro collaborazione

Brown ha ammesso l’esistenza di una clausola per terminare in anticipo il contratto con Ricciardo, dal quale si aspetta molto di più

Da quando Daniel Ricciardo è approdato in McLaren ha sempre faticato a trovare il feeling con le vetture di Woking. Infatti, non è mai riuscito a sentirsi a proprio agio e non è più riuscito a farci vedere le meravigliose imprese a cui ci aveva abituati negli anni passati. Nonostante le difficoltà dell’anno scorso, Ricciardo è comunque riuscito a brillare a Monza, portando il team papaya sul gradio più alto del podio.

Con il cambio regolamenti 2022 si sperava l’australiano potesse adattarsi meglio alle nuove monoposto, ma sembra ancora faticare molto rispetto al compagno di squadra. La McLaren ha sempre pensato che Ricciardo potesse essere un ottimo uomo squadra e uno straordinario pilota con velocità ed esperienza. Tuttavia, al momento, non sta rispettando le aspettative e le voci su un possibile addio si fanno sempre più insistenti.

BROWN: “NE HO PARLATO CON DANIEL”

Ricciardo è approdato in McLaren firmando un contratto pluriennale che dovrebbe scadere alla fine della stagione 2023. Eppure, nel paddock si vocifera il team di Woking stia pensando a come interrompere in anticipo la collaborazione con l’autraliano. Daniel è consapevole di poter dare molto di più e smentisce le speculazioni dicendo di avere la pelle “abbronzata, bella e spessa”.

Tuttavia, Brown, per la prima volta, ha ammesso dell’esistenza di una clausula con cui la McLaren potrebbe interrompere la collaborazione con Ricciardo. “Non voglio entrare nei dettagli”, ha spiegato il team principal a The Race. “Ci sono delle clausole per cui ci impegniamo l’uno con l’altro, mentre poi ci sono delle scappatoie per cui possiamo liberarci. Ne ho parlato con Daniel”.

Infine ha concluso: “Non stiamo ottenendo i risultati sperati da entrambi, ma entrambi continueremo a spingere. Penso che a Monza abbia dimostrato di poter vincere le gare. Dobbiamo anche continuare a sviluppare la nostra monoposto perché al momento non è in grado di vincere. Tuttavia, vorremmo vederlo più in alto sulla griglia. Man mano vedremo come si svilupperanno le cose e cosa vuole fare.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.